Minaccia una querela per molestie ma alla fine viene condannato per estorsione

865

Diso – Duemila euro da pagare per evitare un’accusa di molestie: la richiesta viene però respinta al mittente con condanna finale per tentata estorsione. I fatti finiti davanti al tribunale penale di Lecce si sarebbero verificati tra il 2010 e il 2011 quando un 54enne di Copertino (C.D.D. le sue iniziali) avrebbe costretto un 56enne di Diso a pagargli 2.000 euro con la minaccia, in caso contrario, di denunciarlo all’autorità giudiziaria per atti persecutori ai danni di una donna, presunta complice del reato. L’uomo minacciato non si è, però, perso d’animo ed è stato lui a denunciare la tentata estorsione. Ora il 54enne è stato condannato a due anni e sei mesi di reclusione oltre a dover risarcire la vittima costituitasi parte civile nel processo. Insieme all’uomo di Copertino sono già stati condannati altri due complici.