Minaccia il suicidio, aggredisce i genitori, la nonna 90enne e pure i sanitari dell’ospedale: ricoverato e denunciato uomo di 40 anni

Giunto al “Delli Ponti”, tuttavia, ha ripreso a dare in escandescenze  provando ad impossessarsi di un paio di forbici per minacciare i sanitari

1068

Maglie – Giornata movimentata a Maglie dove un uomo si è barricato in casa dopo aver devastato l’appartamento dei genitori terrorizzando gli stessi e pure la nonna novantenne. L’uomo (il 40enne S.E. del posto) verso  la tarda mattinata si è recato presso l’abitazione degli anziani genitori pretendendo la consegna di arredi e altri oggetti che riteneva gli appartenessero: per fare questo ha devastato l’appartamento aggredendo i genitori e la  nonna (i tre sono poi stati medicati sul posto dai sanitari del 118). Fatto ciò è ritornato a casa sua (in una via del centro) dove è stato rintracciato dai carabinieri della locale Compagnia, intervenuti sul posto insieme ai Vigili del fuoco ed al personale sanitario del 118. C’è voluta, tuttavia, l’opera di persuasione dei militari per scongiurare una tragica fine della storia visto che l’uomo si era rinchiuso dentro minacciando il suicidio mediante l’assunzione di farmaci dopo aver compiuto già atti autolesionistici con oggetti taglienti.

Le parole dei militari hanno sortito l’effetto voluto tanto che il 40enne è stato convinto, dopo un lungo e articolato colloquio,  a farsi trasportare in ambulanza, senza l’uso della forza, presso l’ospedale di Scorrano. Giunto al “Delli Ponti”, tuttavia, ha ripreso a dare in escandescenze  provando ad impossessarsi di un paio di forbici per minacciare i sanitari. Alla fine è stato necessario un ulteriore intervento dei militari che lo hanno immobilizzato e reso innocuo, per se e per gli altri, permettendo il ricovero immediato nel reparto di psichiatria dove l’uomo è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio (tso). L’uomo è stato deferito in stato di libertà per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, danneggiamento e minacce.