Minaccia col coltello padre e sorella: arrestato un 31enne in cura presso il centro di salute mentale di Casarano

324

Taurisano – Minacce al padre e alla sorella con un grosso coltello da cucina: arrestato a Taurisano M. P. di 31 anni dagli agenti del commissariato della polizia. Sono stati gli stessi familiari del giovane a chiedere l’intervento della polizia dopo essere stati costretti ad allontanarsi da casa.

L’episodio con protagonista l’uomo, già noto ai poliziotti per danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale e minacce aggravate dall’uso di armi, è avvenuto nella tarda serata di ieri, quando la richiesta di soccorso è arrivata alla Sala operativa di Taurisano.

Appena giunti sul posto, gli agenti hanno trovato il giovane – in cura presso il centro di salute mentale di Casarano – ancora armato del coltello che ha poi lanciato contro i poliziotti, per fortuna senza conseguenze.

Pubblicità

Dagli accertamenti fatti è emerso che episodi simili non erano certo rari in quella casa. Ma alle ripetute minacce, il padre aveva reagito sempre con comprensione e senza denunce, imputando le frequenti violenze domestiche all’abuso di alcool di cui il figlio fa un uso smodato.

Il giovane è stato alla fine tratto in arresto e trasferito nel carcere di Borgo San Nicola a Lecce, a disposizione dell’Autorità giudiziaria; sequestrato il coltello.

 

Pubblicità