Mensa scolastica in ritardo, a Maglie l’opposizione chiede i motivi. Il Sindaco Toma: “Ripartenza programmata in sicurezza”

654
Maglie, l’opposizione in Consiglio

Maglie – La mensa scolastica tarda a partire ed a Maglie il gruppo consigliare di minoranza “Maje noscia” chiede all’Amministrazione comunale di conoscere quali siano le motivazioni del ritardo, “anche in considerazione del fatto che altri Comuni limitrofi lo hanno già regolarmente attivato”.

Il gruppo di opposizione segnala le ripetute sollecitazioni da parte dei cittadini interessati all’avvio di un servizio importante, “considerato il grave disagio delle famiglie interessate al servizio mensa, che si trovano a fare i conti con una drastica riduzione del monte ore scolastico preventivato al momento dell’iscrizione dei bambini a scuola”.

L’affidamento “temporaneo”

Malgrado il servizio di refezione sia stato fornito dall’inizio dello scorso anno scolastico e fino all’interruzione causata dal lockdown, in virtù di un affidamento temporaneo sin dal 3 ottobre 2019, i consiglieri comunali di Maje Noscia sono venuti a conoscenza del fatto che non esiste a tutt’oggi alcun contratto stipulato tra Turigest srl e Comune di Maglie per il suddetto servizio.

«Non è immaginabile – spiegano – che un servizio del genere sia stato fornito in passato senza un apposito contratto e che lo stesso contratto non sia stato sottoscritto ancora oggi, nonostante l’obbligo di legge a stipularlo entro sessanta giorni dall’aggiudicazione». Da ciò la sollecitazione a che l’Amministrazione comunale “dia una tempestiva risposta alla platea di genitori che non vengono coinvolti negli incontri sul tema ed ai quali non viene fornito alcun chiarimento”.

Circa la necessità di far fronte all’emergenza epidemiologica in corso, l’opposizione ricorda come già ad agosto la Regione abbia emanato gli appositi indirizzi operativi ed inoltre “perlomeno la scuola Primaria di via Lanoce, che prevede 40 ore di lezione settimanali, ad oggi è pronta a garantire il pieno e completo svolgimento in sicurezza delle attività didattiche e del relativo servizio di refezione, anche attraverso la stesura di puntuali circolari che disciplinano pienamente i protocolli voluti dal Covid 19”.

Il Sindaco: “Ripresa programmata in sicurezza”

Ernesto Toma
Il Sindaco di Maglie Ernesto Toma

Ieri, intanto, il sindaco Ernesto Toma ha fatto sapere di aver già incontrato, insieme alla responsabile del settore Affari generali, le dirigenti scolastiche ed i responsabili della mensa scolastica, per programmare la ripresa dei servizi. Già partito lo scuolabus per via Diaz ed oggi quello per Principe di Piemonte mentre per la mensa scolastica “si è deciso insieme di rimandare di una decina di giorni per farla ripartire in sicurezza rispettando tutte le prescrizioni previste ed attendendo la disponibilità di nuove professionalità”.

«La situazione è in continua evoluzione e noi abbiamo la responsabilità di far ripartire i servizi solo quando siamo sicuri che è salvaguardata la salute di tutti», spiega Toma.