Sannicola – “Memoria e impegno contro le mafie” è il tema dell’incontro organizzato dall’Amministrazione comunale di Sannicola venerdì 5 aprile alle 19.30 presso il centro culturale di via Oberdan. Relatori saranno don Raffaele Bruno, componente dell’associazione antimafia “Libera” (fondata da don Luigi Ciotti), e Viviana Matrangola, figlia di Renata Fonte, l’ex assessore di Nardò assassinata il 31 marzo 1984.

«L’iniziativa nasce sia con l’obiettivo diffondere tra i ragazzi e nella società il tema della legalità e del rispetto umano ma anche per ricordare le vittime della mafia come Paolo Borsellino e Giovanni Falcone», fa sapere il consigliere Patrizio Romano, presente alla serata, moderata dalla giornalista Antonella Margarito, insieme ai componenti del Consiglio comunale delle ragazze e delle ragazzi e della redazione di “Editrs lab2 che intervisteranno gli ospiti. In chiusura, poi, sarà Franco Ventura a declamare la sua poesia “I giorni di Caino”.

A Renata Fonte, sempre in prima fila contro le speculazioni edilizie, già nel 2004 il Comune di Sannicola (attraverso la Commissione di toponomastica)   dedicò una strada di Lido Conchiglie.

Pubblicità

 

Pubblicità

Commenta la notizia!