Melissano, tre liste pronte a chiudere l’epoca Falconieri

2120
Dall’alto: Roberto Falconieri, Valeria Marra e Davide Stamerra
Dall’alto: Roberto Falconieri, Valeria Marra e Davide Stamerra

MELISSANO. Comunque la si pensi, Roberto Falconieri, Sindaco uscente, ha impresso un solco indelebile nella storia di Melissano. Classe 1950, ragioniere e sindacalista, fu eletto sindaco per la prima volta nel giugno 1993 col 44% dei voti, battendo la concorrenza di Felice Corvaglia e Ferruccio Caputo. Governò sino al 23 settembre 1996, poi il Consiglio comunale fu sciolto per le dimissioni di dieci consiglieri. Il commissariamento traghettò il Comune alle successive elezioni del 1997 e rivinse ancora Falconieri, col 61%, contro Salvatore Caputo. Nel 2001 mancò il tris per un soffio: fu eletto sindaco Sergio Macrì col 39% dei voti, davanti a Cosimo Scarcella (35% con Falconieri capolista) ed Egidio Scarcella (25%).
L’Amministrazione Macrì cadde nel 2005 e l’esercizio amministrativo fu affidato, nuovamente, ad un commissario prefettizio sino alle elezioni del 2006. Fu un nuovo trionfo, il terzo, per Falconieri che raccolse il 39% dei voti battendo la concorrenza delle liste con a capo Roberto Tundo (33%), Sergio Macrì (17%) e Silvana Scarcella (9%). La maggioranza dei cittadini melissanesi lo premiò anche nel maggio 2011. Fu testa a testa con Ferruccio Caputo (Progetto Melissano) che raccolse il 46% dei voti contro il 53% di Falconieri che assunse la guida della città per la quarta volta.

L’ultimo mandato è stato, tra le altre cose, contrassegnato sia dall’approvazione del Piano urbanistico generale, che ha ridisegnato il territorio dopo circa quarant’anni, sia dallo spettro del dissesto. La Corte dei conti ha più volte richiamato l’Amministrazione ad eseguire delle manovre correttive per sanare le aride casse dell’ente. Ad oggi sono stati presentati diversi piani di riequilibrio e una nuova rimodulazione sarà riapprovata nelle prossime settimane dal Consiglio e sottoposta alla Corte dei conti per una nuova analisi.
Falconieri non potrà nuovamente candidarsi a sindaco ma, quasi sicuramente, nonostante una fisiologica stanchezza, sarà presente nella scelta di una squadra che dia continuità al lavoro intrapreso dalla sua maggioranza negli ultimi anni.
Al momento le liste in campo dovrebbero essere tre: oltre a quella del sindaco, ci sarà quella dell’alleanza Pd-Valeria Marra-Progetto Melissano mentre Rinnoviamo Insieme Melissano, gruppo con Davide Stamerra referente, sembra voler tentare la corsa in solitaria.