Melissano, nuovi piani di sviluppo

1903
melissano dall'alto
Melissano vista dall’alto

MELISSANO. È arrivato il via libera dalla Regione Puglia per il Piano urbanistico generale (Pug) del Comune di Melissano. Le firme sono state apposte nei giorni scorsi a Bari, alla presenza dei rappresentanti dei due Enti. Il sindaco Roberto Falconieri parla di “un importante obiettivo nell’interesse generale della comunità, raggiunto superando difficoltà di ogni genere”. Per il primo cittadino, “Melissano potrà disporre, finalmente, dello strumento urbanistico indispensabile per pianificare il proprio territorio e determinare nuove opportunità di sviluppo socio-economico-culturale e ambientale”.

«Questa – chiosa Falconieri – è la buona politica della quale i cittadini hanno bisogno e che chiedono a chi amministra la Cosa pubblica». Il percorso del nuovo strumento urbanistico è stato alquanto tormentato. Il procedimento d’elaborazione fu avviato nel 2006 e, dopo varie vicissitudini, il Pug fu adottato nel 2010, ma l’approvazione della Regione non arrivò. Nel dicembre 2012 il Consiglio comunale approvò un Pug riadattando quello del 2010. Poi, nel marzo 2013, l’assise cittadina approvò un nuovo documento in cui si recepirono alcune delle 36 controdeduzioni presentate da cittadini e professionisti.

L’ultimo ostacolo, prima del via libera definitivo, giunse nel novembre scorso, quando la Regione intimò lo stop al Pug in attesa di nuove integrazioni da parte dei tecnici progettisti (architetto Rodolfo Fontefrancesco e ingegnere Vincenzo Palese). Tra le novità, il nuovo strumento introduce zone edificabili sulla Provinciale per Ugento, modifica i parametri per la costruzione su aree agricole, allarga l’area residenziale in direzione sud-ovest, la zona Pip verso il confine con Taviano e prevede nuove zone commerciali nelle aree al confine con Racale.