L’iniziativa dei cittadini, monitorare il radon: avviato il progetto con la “Federico II”

2245

Da sinistra: il sindaco Tiziano Cataldi, il consigliere Massimiliano Romano, Giovanni De Dnatis ed il responsabile del progetto Giuseppe La Verde MATINO. È stato avviato in alcune abitazioni private di Matino il progetto per verificare e misurare la presenza del gas Radon.  L’idea è partita da  Giovanni De Donatis il quale, informandosi sull’argomento, è venuto a conoscenza di un’iniziativa promossa dall’università “Federico II” di Napoli per la rilevazione gratuita del pericoloso inquinante. Il responsabile del progetto Giuseppe La Verde, biologo specializzato in Biosicurezza nel team di ricerche del laboratorio di radioattività diretto dalla professoressa Maria Gabriella Pugliese, ha distribuito nei giorni scorsi il kit necessario per la rilevazione. Sono circa 25 le abitazioni che verranno monitorate per il periodo di un anno.  Nella stessa giornata si è svolto un incontro con il sindaco Tiziano Cataldi per valutare la possibilità di estendere il progetto, tramite un cofinanziamento, anche agli istituti scolastici del paese.