Mare pulito e servizi, la Bandiera blu premia ancora Otranto, Castro e le marine di Salve

315

Otranto – Castro – Salve – Tornano le Bandiere blu sulle spiagge di Otranto, Castro, Salve e Melendugno. Sono questi i quattro comuni salentini premiati con (così come lo scorso anno) con l’ambita certificazione da parte della “Foundation for environmental education”, l’organizzazione non governativa accreditata a livello internazionale che interagisce con due agenzie per l’ambiente e il turismo dell’Onu.

Il titolo, istituito nel 1987 “anno dell’ambiente”, riconosce e premia l’impegno dei Comuni nelle politiche della sostenibilità del territorio. Tra i vari requisiti richiesti quello della qualità del mare, della gestione del territorio e degli impianti di depurazione, oltre alla sicurezza e ai servizi garantiti sulle spiagge e la valorizzazione delle aree naturalistiche e la gestione dei rifiuti. Quindici sono le località pugliesi premiate quest’anno tra le 195 a livello nazionale.

Otranto

La conferenza di presentazione si è tenuta questa mattina, alle ore 11, in diretta streaming a causa dell’emergenza Covid-19, con la partecipazione dei Sindaci delle località premiate. «Continuiamo a confermare questo prestigioso riconoscimento – afferma il Primo cittadino di Otranto, Pierpaolo Cariddi – che premia un lavoro costante per mantenere e migliorare sempre più la qualità del nostro territorio in termini di servizi offerti e di tutela del patrimonio culturale, storico, artistico, stratificato dopo secoli e secoli di storia. Sono sempre di più gli interventi e i nostri progetti che mirano a una fruizione dei contesti al rispetto dei valori ambientali. Continueremo su questa strada che certamente riconosce l’impegno della nostra comunità».

Salve e le sue marine

L’importante riconoscimento riempie d’orgoglio anche il Comune di Salve con le sue marine Torre Pali, Pescoluse e Posto Vecchio. Nel comunicare la notizia, il sindaco Francesco Villanova, l’assessore al Turismo Francesco De Giorgi ed il consigliere delegato Matteo Pepe, fanno sapere che la bandiera blu certifica l'”eccellente” qualità delle acque di balneazione negli ultimi 4 anni ed il rispetto di ulteriori 32 requisiti richiesti dalla “Fee”, “tra cui la gestione della raccolta differenziata, il servizio di salvataggio, l’accessibilità ai disabili ed una buona rete di accoglienza”. 

Sempre Salve, con il sindaco Francesco Villanova, è stato tra i primi Comuni d’Italia a riaprire le sue spiagge, nella fase due dell’emergenza sanitaria, alle persone residenti affette da disabilità connesse allo spettro autistico.

Quest’oggi, intanto, è in programmo il quarto ed ultimo incontro di programmazione turistica partecipata della serie “#Salveatutti” sul tema “estate 2020 – Cosa fare?”, aperto agli operatori del settore esperienziale e dell’intrattenimento (escursioni, visite guidate, discipline sportive ed eventi), associazioni e cittadini. L’incontro in videoconferenza, così come i precedenti, è stato riservato esclusivamente a tutti gli interessati che hanno compilato l’apposito modulo di adesione.

Castro

Soddisfazione viene espressa anche a Castro, città guidata dal sindaco Luigi Fersini: «Ancora una volta, la nostra città può fregiarsi del prestigioso riconoscimento internazionale, a testimonianza del quotidiano impegno congiunto di comunità e amministrazione». In città, intanto, nei giorni scorsi sono ripresi i lavori di messa in sicurezza dell’area portuale.