Marco Tuma svela “La vita semplice” dal sapore carioca: al “Fondo Verri” il nuovo album

1229

Nardò – Venerdì 20 aprile tappa leccese per Marco Tuma e il suo “La vita semplice”. Al “Fondo Verri” di via Santa Maria del Paradiso a Lecce, verrà presentato il primo lavoro musicale da leader del compositore, sassofonista e armonicista neretino. Affiancheranno Tuma in questo live (ore 21, ingresso libero) Giuseppe Magagnino (di Alezio) al pianoforte e Giuseppe Tarantino voce recitante. Nel disco, uscito in Italia e all’estero a novembre 2017 con l’etichetta Dodicilune e già presentato in quei giorni ad “Astragali Teatro”, completano la formazione Redi Hasa (violoncello), Tonino Vantaggiato (contrabbasso), Claudio Tuma (chitarra) e Alessio Borgia (batteria). Sette i brani inediti composti dal polistrumentista originario di Nardò: Aprile, Waltz for Berri, Stato di Ebbrezza, Little Gigia, In viaggio con Lulù, Neruda mon amour e Splash; oltre alle cover di “Eu sei que vou te amar” di Antonio Carlo Jobim e Vinícius de Moraes, “Samba em preludio” di Baden Powell e “What are you doing the rest of your life?” di Michel Legrand.

Da sempre affascinato dalla cultura musicale latino-americana, Tuma ha collaborato nel corso della sua carriera con diversi musicisti sudamericani. Secondo gli addetti ai lavori la sua opera rivela una felice originalità stilistica sull’idea di un Brasile immaginario che riflette la ricchezza della cultura carioca, dall’estrema semplicità comunicativa alla sottesa complessità armonica, tra sensibilità compositiva e interpretativa e doti di improvvisatore. In passato Tuma ha anche fatto parte degli Xanti Yaca (gruppo di world music fondato negli anni Novanta da un altro neretino, Diego De Razza), incidendo quattro album. Dal 1998 al 2000 ha invece collaborato con gli Inti Illimani nei loro tour italiani.