Maglie-Scorrano: blitz in corso dopo lo scontro sanguinoso finito con l’uccisione di Mattia Capocelli. Blocco stradale

17568

Maglie – Un ampio dispiegamento di automezzi dei carabinieri sulla Provinciale Maglie-Scorrano. In corso un blitz collegato, in tutta evidenza, con l’omicidio del 28enne Mattia Capocelli e l’arresto del reo confesso Simone Paiano, 24 anni, entrambi di Maglie.

L’operazione in corso conferma la presenza di numerosi elementi di Scorrano durante la resa dei conti davanti al camioncino dei panini nella notte tra il 24 e il 25 aprile scorsi. Le telecamere del vicino Istituto tecnico commerciale avevano fissato il gruppo di Capocelli, armato con machete e coltelli, che aspettava l’ex amico Paiano , costretto a recarsi sul posto anche per le telefonate di aiuto di suo fratello “trattenuto” con la forza.

Quelle immagini esaminate dagli inquirenti della Procura della Repubblica di Lecce sono risultate molto utili anche per verificare l’eventuale collegamento tra i partecipanti allo scontro e il successivo ritrovamento in una aiuola di un giardinetto di via Scorrano di un ordigno rudimentale pronto a per essere usato. In quest’ultimo caso sono stati alcuni cittadini a vedere un gruppo di giovani occultare un pacco nel giardinetto pubblico.

Pubblicità

I carabinieri del posto di blocco hanno proceduto alla identificazione di tutti coloro che sono transitati in quel tratto di strada. In serata i particolari dell’operazione.

 

 

Pubblicità