Massimo Donno
Massimo Donno

Maglie – Riaprono le porte della Corte de’ miracoli, il piccolo teatro sito in via Sante Cezza, che venerdì 19, a partire dalle 20.30, ospiterà l’evento “D’amore di morte e di altre sciocchezze”, incentrato sulla figura di uno dei mostri sacri del cantautorato italiano, Francesco Guccini.

A condurre il viaggio nella storia del “Maestrone” sarà Massimo Donno, cantautore e musicista di Corigliano d’Otranto, che con chitarra e voce attraverserà l’universo gucciniano arricchendolo con pillole e aneddoti derivanti anche dalla collaborazione con Juan Carlos “Flaco” Biondini, storico chitarrista di Guccini.

Il percorso nella produzione discografica del poliedrico artista modenese – cantautore, musicista e poeta – non può che snodarsi tra accordi e parole che tessono la trama della narrazione d’Italia e d’Europa, intrecciata nelle sue canzoni. Dai drammi di Auschwitz, alla primavera di Praga, dagli incontri casuali al vecchio e il bambino passando da Bologna e dall’Appennino sino alle ribellioni della Beat Generation. Una storia impreziosita dall’estro del salentino Massimo Donno, descritto da un artista del calibro di Oliviero Malaspina come “un gatto che salta sui tetti della canzone d’autore italiana prendendosene la parte più nobile, concedendo una musica tra sogno e realtà”.

Pubblicità

La carriera di Massimo Donno – Cantautore e musicista partito da Corigliano d’Otranto, Donno si divide fra scrittura e cantautorato, alternando le performance musicali con progetti inediti e attività teatrale. Il lancio del suo primo album, intitolato “Amore e Marchette”, gli consente di calcare i palchi di tutta Italia, aprendo tra gli altri i concerti di Daniele Silvestri e Fausto Mesolella. Con l’album “Partenze” (pubblicato nel 2015) entra nella rosa dei 49 migliori dischi italiani e si avvia ai successi di “Viva il Re!”, l’ultimo lavoro comprensivo di libro e cd già presentato a Milano, Roma, Torino, Bordeaux, Valencia, Bruxelles e Lussemburgo.

(P. A.)

Pubblicità

Commenta la notizia!