Maglie, il museo l’Alca apre ai bambini: al via i laboratori estivi

382
Museo l’Alca a Maglie

Maglie – Da lunedì 15 giugno avranno inizio i laboratori estivi per bambini (8/10 anni) presso il Museo civico l’Alca: “Tornano finalmente i ragazzi a dare vita e allegria dopo 3 mesi di silenzio e di vuoto”, si legge sui social.

Questa “apertura” ai bambini, che sono stati i più penalizzati dalla chiusura necessaria per contrastare il Covid-19, dà proprio il senso della ripresa e della speranza. I laboratori, in moduli di 5 giorni, si svolgeranno dalle 9,30 alle 12,30 e ospiteranno 7 bambini.

Tutto nella massima sicurezza

I laboratori ludico-didattici all’interno del progetto “Il museo per giocare” sono nati 18 anni fa e per tanti bambini sono stati occasione di incontro, socializzazione e conoscenza della preistoria salentina. Nonostante le difficoltà di quest’anno, la direttrice del museo Medica Assunta Orlando, l’intero staff e l’Amministrazione comunale hanno fatto di tutto per realizzarli, naturalmente nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid 19. 

L’interno del museo

L’accoglienza al mattino verrà fatta nell’atrio, in una zona lontana dall’ingresso, in un punto non di transito di altra utenza. I bambini saranno muniti di mascherina, un operatore  rileverà la temperatura corporea (necessaria l’autorizzazione dei genitori) e registrerà le presenze giornaliere.

Le attività si svolgeranno prevalentemente all’aperto, sul loggiato della biblioteca,  attrezzato con postazioni singole che permetteranno il necessario distanziamento. Alcune brevi attività verranno svolte negli spazi espositivi del museo, ben arieggiati prima, durante e dopo la permanenza del gruppo, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza.

La preistoria salentina raccontata ai più piccoli

Medica Assunta Orlando

«I laboratori – spiega la direttrice Orlando – saranno incentrati  sulle specificità del museo e i temi della preistoria salentina  saranno affrontati con strategie ludiche, giochi a quiz, cacce al tesoro, momenti di animazione e drammatizzazione».

Ci sono già bambini iscritti per i primi due moduli: «Iniziamo con serenità e allegria, confortati anche dal parere di alcuni pediatri che escludono quasi del tutto l’eventualità di contagi tra bambini. Da sottolineare anche il valore educativo delle norme che i piccoli devono rispettare. L’approccio è ludico, il valore formativo innegabile» conclude la direttrice Orlando.