Maglie. il Mercatino del Gusto al via. Tra novità, voglia di non arrendersi e regole da rispettare. I temi delle cinque serate

2016

Maglie – Il Mercatino del gusto ci sarà: in edizione riveduta e corretta rispetto alle precedenti, con le limitazioni imposte dalle norme anti Covid-19 e con tutte le precauzioni consigliate, prenderà il via l’1 agosto e si chiuderà il 5 con la tradizionale premiazione che si terrà nell’atrio del Liceo Capece.

I dubbi e le paure sui social Da giorni, e in particolare da quando si è diffusa la notizia dell’annullamento del Festival itinerante della Notte della Taranta, sui social si sono moltiplicati gli appelli perché fosse fatto  altrettanto per il Mercatino del gusto. La paura del contagio e i bollettini giornalieri che documentano che il virus è ancora in alcuni paesi della provincia, spaventano i cittadini che si rivolgono al Sindaco chiedendo la sospensione della manifestazione.

Rassicurazioni e difficoltà

Le rassicurazioni del Sindaco Ernesto Toma «Sarà un Mercatino diverso – dice  il Sindaco – da quello degli  altri anni. Saranno rigidamente contingentate le presenze nella piazza del vino, nelle cene in villa. Qualche difficoltà ci potrebbe essere nei luoghi del cibo da strada, Palazzo De Marco e piazza Frantoio ipogeo, ma contiamo prima di tutto sulla responsabilità dei singoli e sul controllo e l’aiuto delle Forze dell’ordine e della Protezione civile».

Subito dopo la conferenza stampa che si è tenuta ieri 30 luglio, Toma ha emanato un’ordinanza in cui obbliga tutti a indossare in modo corretto i dispositivi di protezione individuale su tutta l’area interessata alla manifestazione. Gli organizzatori, inoltre,  hanno l’obbligo di vietare l’ingresso a coloro che non indossano le mascherina, e di  adottare misure per evitare assembramenti; previste  sanzioni per chi non rispetta le disposizioni.

“Non ci siamo fermati”

Gli organizzatori ll giornalista Giacomo Mojoli, il medico gastronomo Michele Bruno e il presidente dell’associazione “Mercatino del Gusto” Salvatore Santese (foto),  ideatori e organizzatori del Mercatino, prendono atto del “periodo complesso” che lascerà segni profondi in tutti  ma anche “insegnamenti fondamentali per il futuro”. Accolgono, perciò la sfida del cambiamento e dell’innovazione, da sempre la cifra del Mercatino, e concludono : «Per questo abbiamo deciso di non fermarci, e pur consapevoli dell’attenzione che la situazione impone, abbiamo pensato a una “limited edition” del MdG, con iniziative capaci di dare comunque forma alla nostra voglia di ripartenza, di rinascita, di qualità della vita, di senso di bellezza generale. E di speranza».

Piazze, cene e laboratori Via, quindi, incrociando le dita, alla ventunesima edizione del Mercatino Top&Pop, senza le tradizionali bancarelle, ma  con la piazza del Vino, le Cene in Villa, le due piazze dedicate allo street food e i birrifici, i Laboratori che si terranno nell’atrio del Capece e affronteranno diversi temi (spreco alimentare, paste artigianali, carni, pesce, uova, formaggi).

I premiati la sera del 5 

I premiati E il 5  a sera, a chiusura della manifestazione, la cerimonia che vedrà la premiazione di: Angelo Inglese, il sarto dei vip che ha disegnato la camicia nuziale di William d’Inghilterra; Nicola Marino, co-fondatore di una startup che sviluppa sistemi avanzati di addestramento chirurgico; Daniele Manni,  (foto, di Racale) il docente del “Costa Galilei” di Lecce che insegna l’autoimprenditorialità agli studenti;  Floriano Pellegrino, lo chef che ha portato al Salento del gusto la prima Stella Michelin; Pamela Raeli, editrice astigiana di origini salentine della rivista “Food and Travel Italia” e di “Wine and Travel”.