I bambini del 1° circolo Principe di Piemonte
I bambini del 1° circolo Principe di Piemonte (foto d’archivio)

Maglie – “Nessuno è chiamato a scegliere tra l’essere in Europa ed essere nel Mediterraneo, poiché l’Europa intera è nel Mediterraneo”. Queste parole di Aldo Moro hanno tracciato il percorso dell’incontro svoltosi nel pomeriggio di oggi 6 maggio presso la sala teatro Principe di Piemonte (in via Matteotti) sul tema “Il Mediterraneo nella politica estera di Aldo Moro”.

L’incontro è inserito nel progetto “Il giardino dei melograni”, percorso di educazione alla cittadinanza promosso dalla direzione didattica 1° circolo Principe di Piemonte, con il patrocinio della città di Maglie, e fa parte delle proposte formative della rete “Il Veliero parlante”.

I prossimi appuntamenti. Mercoledì 8 maggio, giorno della festa di San Nicola e anniversario dell’uccisione di Moro, sarà presentato in piazzetta Caduti di via Fani il percorso realizzato durante l’anno dai piccoli alunni. Dall’11 al 18 maggio, poi, appuntamento con “Mediterranea”, mostra delle scuole della rete “Il Veliero parlante” presso le Manifatture Knos a Lecce.

Pubblicità

Aldo Moro e San Nicola, patrono di Maglie, sono i personaggi ponte del progetto annuale dell’Istituto “Principe di Piemonte” (diretto da Maria Stella Colella) che, in continuità con la proposta progettuale “Cittadinanza e Costituzione”, ha scelto quest’anno il tema “Mediterraneo: confine o ponte?”.

Il Mediterraneo, mare nostrum, mare di identità e di intercultura, mare intercontinentale delle letterature, della storia e dei popoli, può essere ponte, ma anche confine, muro. San Nicola è il ponte che unisce Oriente e Occidente, Aldo Moro lo statista che più ha riflettuto sulle relazioni tra i due mondi e le due culture che il Mediterraneo abbraccia.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!