Maglie, duecento bambini e tanti genitori invadono il Museo Alca. Attrazione centrale: i misteri della Grotta dei cervi

418

Maglie – Non capita tutti i giorni vedere 200 bambini, accompagnati da mamme e papà, divertirsi e sorprendersi insieme. Non in una ludoteca o in un parco, ma in un museo. Per giunta anche in una domenica di ottobre in cui ancora non si hanno occhi che per il mare. Miracolo dell’offerta culturale dell’Alca e dell’impegno della direttrice e del suo compatto staff.

Si chiama Famu, Famiglie al Museo, l’iniziativa che ha suscitato tanto interesse, domenica 13 ottobre. Oggetto delle varie attività la Grotta dei cervi di Porto Badisco, quella che viene definita il santuario del neolitico. I bambini, divisi in squadre, hanno ascoltato attentamente le indicazioni e i racconti degli operatori,  si sono sono cimentati poi in attività artistiche libere “Segni e disegni”; in Biblioteca hanno ascoltato le “Storie della preistoria” ed hanno costruito “L’amuleto dello sciamano”. I visitatpri piccoli e grandi hanno infine provato l’emozione di entrare nella famosa “grotta” pazientemente ricostruita.

Grande interesse attorno al progetto Famu

L’atmosfera operosa e gioiosa ha coinvolto tutti, bambini, genitori e anche qualche nonno. «Tra le tante iniziative gratuite che l’Alca-Museo e Biblioteca comunali di Maglie offre alla comunità – sottolinea la direttrice del Museo,  Medica Assunta Orlando – la Giornata delle Famiglie al Museo è uno degli appuntamenti annuali più allegro e festoso, a cui aderiscono sempre tante famiglie magliesi e da tutto il territorio salentino. Quest’anno hanno aderito 44 famiglie per 205 presenze complessive, tra piccoli e adulti, tutti coinvolti nel gioco preistorico».

Importanza dell’iniziativa Al di là dell’approccio ad un tema entusiasmante come il neolitico, c’è da evidenziare il valore formativo dell’iniziativa: «È importante fidelizzare i giovani nuclei familiari al Museo per educare/abituare alla frequentazione dei luoghi della cultura sin dalla tenera età – continua la direttrice -. La Giornata nazionale delle Famiglie al Museo è una di quelle attività che ci aiuta a perseguire tale obiettivo ed è gratificante, per tutti gli operatori che la realizzano con grande passione e professionalità, il grande entusiasmo con cui le famiglie vi aderiscono portando con sé un ricordo speciale di un pomeriggio in famiglia diverso dai tanti».

Le foto più belle e significative: il concorso

Famiglie e bambini più grandi erano muniti  tutti di macchine fotografiche e di cellulari per immortalare i momenti più belli dell’esperienza. Alle foto è legato un concorso: i bambini  dovranno selezionare cinque foto che raccontano al meglio il loro pomeriggio al Museo, le devono spedire entro il 20 ottobre a museo.servizieducativi@comune.maglie.le.it

Il sito web del museo ospiterà l’album di ciascun partecipante che può essere votato dal 24 al 31 ottobre a www.alcamaglie.it/storie-del-museo.