Maglie, con il progetto “Icon Wom-en” opportunità per le donne imprenditrici 

1296
L’assessora Maria Grazia Maggiorano

Maglie – Si è tenuto nei giorni scorsi l’info day di presentazione dei risultati del progetto “Icon Wom-en”, acronimo di Integrating innovation and promoting cluster organization in Women enterprises.

L’incontro in modalità webinar, a cui hanno partecipato imprenditrici e imprenditori del territorio per approfondire tematiche legate allo sviluppo di azioni locali e internazionali a favore dell’imprenditorialità femminile, è stato organizzato dal Comune di Maglie. Presenti il Sindaco Ernesto Toma e l’assessore alle politiche sociali Maria Grazia Maggiorano.

I cinque partner e gli obiettivi

Il progetto era stato avviato già nella precedente legislatura dall’allora assessora ai servizi sociali Valeria Leone ed è stato curato dalla responsabile del servizio, Alessandra Alfarano.

Capofila del progetto è il General secretariat for demography and family policy and gender equality (Grecia). I partner: Olympic development company of the West Region (Grecia), Camera di Corfù, Confederazione nazionale dell’artigianato e delle piccole e medie imprese (Cna) di Bari e il Comune di Maglie. Tutti i partner hanno lavorato per raggiungere gli obiettivi fissati: servizi di supporto all’innovazione, sviluppo di reti transfrontaliere per promuovere l’emancipazione economica delle imprenditrici, promozione della parità di genere nel settore imprenditoriale.

Ora il progetto entra nella fase attuativa con gli strumenti messi a disposizione. Sarà possibile, infatti, prenotare una prima consulenza gratuita utilizzando il form di registrazione al link qui.

Imprenditoria femminile fonte di crescita

Ernesto Toma
Il Sindaco di Maglie Ernesto Toma

Al Sindaco Toma, che sottolinea come il progetto dimostri “l’attenzione e il costante impegno con il quale da sempre il Comune sostiene e valorizza tematiche importantissime per lo sviluppo sociale ed economico del territorio, come la parità di genere e l’imprenditoria femminile”, fanno eco le parole dell’assessora Maria Grazia Maggiorano: “Le donne imprenditrici – dichiara quest’ultima – sono un’importante fonte di crescita economica inutilizzata, una ricchezza inespressa alla quale il progetto Icon Wom-en si propone di dare voce e sostegno per uno sviluppo territoriale a beneficio di tutti”.

Intanto si parte dai dati reali sul territorio: gli uffici, infatti, stanno tracciando la mappatura delle imprese magliesi a conduzione femminile.

Un’opportunità per l’associazione delle donne ricamatrici

Dietro l’angolo una realtà imprenditrice magliese che all’interno del progetto potrebbe trovare nuova vitalità e nuovi sbocchi.

Si tratta dell’associazione “Punto Maglie”, un gruppo di donne ricamatrici che da anni ha riportato in luce l’antico ricamo riprendendo la tradizione di donna Carolina Starace De Viti De Marco e promuove laboratori, partecipa a incontri a livello nazionale e porta dappertutto la finezza di un ricamo che viene ritenuto autoctono.