Maglie, “Il canto dell’aria” conclude il percorso sul poeta Salvatore Toma 

1632

Maglie – Il 2 maggio la Biblioteca comunale di Maglie inaugura il Maggio dei libri 2018 ospitando la tappa conclusiva del percorso di studio sul poeta magliese Salvatore Toma che ha visto impegnati un gruppo di lavoro,  composto da  Tina Cesari, Paola Cillo, Giuliana Coppola, Deborah Fusetti, Roberto Muci, Medica Assunta Orlando, Elena Tamborrino, e tre classi di studenti di tre istituti superiori: il Liceo Capece, il Liceo Scientifico Da Vinci  e l’Iiss Cezzi De Castro-Moro.

Tutto ha avuto inizio lo scorso anno quando  l’Alca – Museo e Biblioteca ha sottoscritto una convenzione con otto associazioni culturali cittadine, con l’obiettivo di aiutarle a superare la percezione “ingessata” delle Biblioteche quali ”contenitori”  passivi in cui realizzare episodiche iniziative spesso  fine a se stesse.  Da una delle associazioni aderenti, la Biblioteca di Sarajevo, è partita l’idea di un progetto su Salvatore Toma a 30 anni dalla sua scomparsa con l’obiettivo, condiviso da tutti, di sensibilizzare scuole, cittadinanza e critici letterari ad accostarsi alla potenza lirica del poeta magliese.

È iniziato, quindi, un percorso che si è sviluppato in varie tappe: il 15 febbraio Giuliana Coppola ha tenuto una  conferenza su “Salvatore Toma. I luoghi della formazione”;  il 16 marzo, i ragazzi hanno visitato il Bosco delle Ciancole, luogo di ispirazione di Toma e successivamente  Ada Cancelli e Roberto Muci hanno trattato “La vita e la natura in Salvatore Toma”.

Nell’incontro conclusivo del 2 maggio, dal titolo “il canto dell’aria” a partire dalle ore 17.00, saranno presentate le produzioni  degli studenti coinvolti nel lavoro di approfondimento e coordinati dai docenti Tina Cesari (Liceo classico) Paola Cillo (Liceo scientico) Elena Tamborrino (Iiss Cezzi De Castro-Moro). La figura di Salvatore Toma sarà poi tratteggiata da un lettore d’eccezione, lo scrittore Mario Desiati la cui presenza è stata fortemente voluta dalla Biblioteca di Sarajevo.  «La nostra associazione – dice il presidente Giancarlo Costa Cesari, nell’ambito del percorso Autori-Territorio, ha voluto coinvolgere Mario Desiati, scrittore affermato a livello nazionale, per dare agli scritti del poeta magliese un respiro più ampio di quello di solito riservato agli scrittori della nostra provincia».

L’incontro sarà aperto dai saluti del sindaco Ernesto Toma, dal direttore dell’Alca Biblioteca comunale, Medica Assunta Orlando, e da Giancarlo Costa Cesari,  presidente della Biblioteca di Sarajevo.  Presenti naturalmente tutti i docenti che con il loro impegno hanno entusiasmato gli studenti che sono diventati  i “Ragazzi di Toma”. Gli intermezzi musicali sono a cura degli allievi del liceo scientifico Da Vinci.

La partecipazione  e il successo  fanno sperare nella continuità dell’iniziativa, come sottolinea la direttrice dell’Alca: «Il nostro auspicio e impegno più o meno manifesto è,  da un lato, che aumenti già dal prossimo anno scolastico  l’adesione delle classi e delle scuole, anche di fuori Maglie, in questo percorso su Toma; dall’altro, è riuscire a condividere, quanto prima, un  “patto locale per la lettura” con associazioni culturali, librerie,  scuole della città e altri soggetti che intenderanno aderirvi, in cui  uno dei fili conduttori sia la promozione alla lettura  dei nostri autori magliesi come Toma, Claudio e Mario Micolano, Nicola De Donno, Emilio Panarese  e diverse altre figure,  penso ad esempio  a Orlando Piccinno, ormai quasi del tutto dimenticato».