Maglie, alla Fondazione Capece dibattito su ambiente, economia e sociale per “sostenere la crisi”

886

Maglie – Il rapporto fra crisi e sostenibilità – aspetti solo apparentemente lontani fra loro – sarà analizzato durante l’evento “Sostenere la crisi: discorsi di ambiente, di economia e di socialità” in programma venerdì 26 aprile alle ore 19 presso la Fondazione “Francesca Capece”, in piazza Aldo Moro.

Al centro del dibattito c’è la possibilità di promuovere soluzioni congiunte alla crisi climatica, economica e socio-culturale, al fine di intraprendere un percorso verso uno sviluppo che assicuri il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere quelli delle generazioni future. In un mondo sempre più caratterizzato da rapporti sistemici, l’interazione dei tre aspetti essenziali della sostenibilità (ambientale, sociale, economica) è necessaria per garantire un benessere costante e preferibilmente crescente, con la prospettiva di lasciare in eredità una qualità della vita non inferiore a quella attuale.

L’evento, promosso dalla Fondazione Capece con la collaborazione del Comune di Maglie e di Legambiente Galatina “La Poiana”, vedrà gli interventi di esperti magliesi e professionisti del settore, alla presenza degli Ambientalisti anonimi e del Gruppo di acquisto solidale di Maglie.

Gli ospiti Fra i relatori: Rachele Mezzullo, dottoressa in management aziendale, che darà conto dei limiti del Pil (prodotto interno lordo) come misura di crescita economica e parlerà di economia circolare; Alessandra Gervasi, psicologa, con un intervento sul tema della mente sostenibile, dall’intelligenza ecologica all’inclusione sociale; Lorenzo De Donno, ingegnere energetico e nucleare, che farà luce sulla sostenibilità energetica e ambientale; e l’architetto Michele Spano, sul tema della crisi come valore nell’architettura. Modera Donatella Cancella (anche lei di Maglie), legale presso lo studio Portaluri&Cancella. Al termine dell’incontro seguirà un aperitivo di saluto.

(P.A.)