Luminarie e tamponi per il Natale a Gallipoli: il Sindaco Minerva attiva il “drive in” nell’area mercatale

1099

Gallipoli – Luminarie e tamponi vanno di pari passo in un Natale che si preannuncia del tutto singolare a causa del Covid, anche a Gallipoli dove il sindaco Stefano Minerva conferma che le luci della festa si accenderanno l’8 dicembre, come tradizione nella festa dell’Immacolata. «Anche quest’anno abbiamo deciso di non rinunciare alle luminarie, non perché volevamo soltanto abbellire la città ma per cercare di donare una speranza in più», spiega Minerva.

Restando la situazione dei contagi sempre difficile, ed anche per evitare problemi ben maggiori degli attuali, l’Amministrazione comunale intende dotare la città di un “drive in”, ovvero un’area attrezzata presso l’area mercatale dove poter eseguire i test rapidi, direttamente in automobile.

Test rapidi nell’area mercatale

Secondo modalità ancora da definire, dalla prossima settimana dovrebbe già essere possibile eseguire gratuitamente i test rapidi, rivolti “a chi ne ha realmente bisogno, a chi ha bisogno di un riscontro veloce per poter continuare la propria attività lavorativa, a chi nutre dei dubbi circa un possibile contagio e vive con persone anziane”.

«Non possiamo permettere che i nostri concittadini spendano ingenti somme per sottoporsi ai tamponi. Abbiamo l’obbligo morale e il dovere di preservare alcune categorie, come quella degli anziani, e al di là delle luminarie, abbiamo pensato che un segnale di vicinanza nei confronti della comunità gallipolina si possa tradurre in tal senso. Ci sono alcuni comuni della provincia – spiega Minerva – che hanno rinunciato alle luminarie natalizie pur di poter impiegare le somme in altro, ma noi abbiamo lavorato sodo per tenere i conti in ordine e per avere dunque risorse a disposizione della nostra comunità».