L’ultimo saluto di Anthony agli amici di Azione cattolica: “È stato bello stare con voi, vi abbraccio uno per uno”

5145

Tuglie Anthony è stato l’esempio sano di un giovane di questi tempi, dove “sano” significa che non dava spazio ai suoi problemi o pensieri ma tirava fuori quelli degli altri. Dovrebbe essere un esempio per tanti giovani d’oggi che non hanno mai tempo per nulla.

Era una persona unica che ha colto l’occasione di dare una buona parola a tutti, al momento giusto e che non si arrendeva, la sua lotta era quella di tenerci uniti prendendo il bello della vita.

La pesantezza, gli obblighi, le forzature non piacevano ad Anthony perché amava guardare il cielo, sempre oltre, come me, amava i tramonti. Questo è l’ultimo saluto che ha fatto a tutti noi sul gruppo di “responsabili Acr”: «L’AC come compagna di tante vite e di tante storie che si intrecciano. Continuiamo tutti a fare del nostro meglio. È stato bello stare con voi. Mi avete arricchito. Perché, si sa, l’Acr tutti unisce, non c’è nessuno che sparisce. Vi abbraccio e vi ringrazio tutti, uno per uno. Anthony».

Non ci sono parole. Ma tanti sorrisi e voglia di darsi da fare per aiutare la Comunità e la Diocesi intera a trovare il vero senso della vita, l’ultimo che l’ha allontanato solo fisicamente da noi. Ma quando io mi ritrovo con l’equipe e gli altri, lì vedo lui e il suo sorriso e allora sono sicura che con noi e in noi Anthony vive ancora. Per sempre

                                                                    Annamaria Petruzzi, Equipe Acr 16/19