Luce, segnaletica e barriere: opere da 180mila euro per rendere più sicura la Sp 361 da Parabita verso Alezio e Collepasso

1026
Un recente incidente sulla SP 361 Parabita – Alezio

Parabita – Nuovi punti luce, segnaletica più efficace, installazione di barriere metalliche: questi gli interventi previsti per migliorare la sicurezza del tratto parabitano della provinciale 361 GallipoliMaglie, strada tristemente nota per la sua pericolosità, soprattutto a causa delle numerose intersezioni a raso causa di numerosi incidenti, spesso mortali.

Il progetto, finanziato per un totale di 180mila euro e avviato durante la gestione commissariale, sarà diviso in due stralci operativi da 90mila euro l’uno e riguarderà sia il tratto Parabita-Alezio che il tratto Parabita-Collepasso. A finanziarlo sono risorse messe a disposizione in parte dal Comune di Parabita e in parte dalla Provincia di Lecce (circa 60mila euro provenienti dalle sanzioni per autovelox accertate dalla Polizia Locale).

Gli interventi in cantiere

La prima parte dei lavori è già pronta a partire, nel pieno rispetto di tutte le recenti norme di sicurezza sanitaria disposte dal governo col decreto anti-coronavirus. I primi interventi riguarderanno l’illuminazione della rotatoria di contrada Paradiso e di altre contrade cittadine, con l’installazione di nuovi pali della luce. A seguire verranno adeguate la segnaletica orizzontale e verticale della Parabita-Alezio e verranno installate delle barriere metalliche di sicurezza.

L’obiettivo è aumentare la percezione dell’ingresso in un centro abitato, in un tratto ricco di intersezioni e pericoli dove le auto sfrecciano a velocità molto elevata. I lavori saranno effettuati dalla ditta Lgp Costruzioni e servizi srl di Matino in associazione temporanea di imprese (Ati) con la ditta Spano signal srl, risultata miglior offerente col prezzo complessivo di 64 mila euro.

«Con le economie di gara e i circa 25mila euro risparmiati – anticipa già il sindaco Stefano Prete – sarà possibile poi anche ampliare il raggio degli interventi previsti, aumentando per esempio il numero dei corpi illuminanti nelle contrade cittadine, da contrada Carbone a contrada La Comune».