Melpignano – L’America risuona al ritmo di tamburelli: è infatti l’ensemble di musicisti e ballerini della Notte della Taranta a rappresentare la Puglia presso l’ambasciata italiana e l’istituto italiano di cultura a Washington, in occasione della “Settimana del cibo italiano nel mondo”. Dopo aver conquistato il pubblico del Bürgerfest a Berlino e del Columbus Day a New York, un nuovo successo mondiale per la Taranta di Melpignano.

La Puglia si racconta puntando sul binomio pizzica-gusto. L’agroalimentare pugliese, una selezione di vini di qualità e la musica popolare sono stati i protagonisti giovedì 15 novembre a Washington, quando i 300 ospiti dell’ambasciata sono stati coinvolti in una travolgente ronda di pizzica: ad animarla sono stati i musicisti Roberto Chiga (tamburello), Roberto Gemma (fisarmonica), Giuseppe Astore (violino), Gianluca Longo (mandola) e Antonio Amato (voce e tamburello), diretti dal maestro Daniele Durante e accompagnati dai ballerini Cristina Frassanito e Stefano Campagna. Gli eventi legati alla “Settimana del cibo italiano nel mondo” proseguiranno in questi giorni, con un focus sulla presenza dell’agroalimentare pugliese nel mercato americano. Presenti nella delegazione salentina anche il Sindaco di Melpignano Ivan Stomeo e Francesco Pellegrino della Fondazione Notte della Taranta.

Biglietto da visita per la Regione. “Nel 2018 la sfida della Fondazione di puntare a La Notte della Taranta come risorsa, come vettore culturale, turistico ed economico di promozione della Puglia e del Paese ha raggiunto risultati di successo – spiega Stomeo. – Basti pensare che abbiamo rappresentato la cultura italiana nelle Olimpiadi invernali in Corea e nella festa del cittadino del presidente della Repubblica federale tedesca a Berlino. La pizzica ha conquistato il Columbus Day di New York e il gran galà del Niaf a Washington, e nei prossimi giorni saremo a Tirana. L’Orchestra Popolare rappresenta oggi una sorta di apripista non solo per i tanti gruppi di musica popolare che grazie al sostegno di Puglia Sounds si esibiscono all’estero, ma un biglietto da visita importante per la nostra regione, che attraverso la musica promuove la conoscenza dell’arte, del cinema, della natura e dell’enogastronomia pugliese”.

Pubblicità

Commenta la notizia!