Litoranea sud di Gallipoli, nuova variante al progetto e il cantiere può riaprire. Novità per la viabilità alternativa

5414
Gallipoli – lavori litoranea sud

Gallipoli – Potrebbero riprendere entro marzo i lavori per il completamento del tratto di  pedonale della litoranea sud a Gallipoli il cui cantiere è stato avviato oltre un anno fa. Entro maggio è in calendario il completamento del tratto dalla seconda entrata di Baia Verde ai Samari e la realizzazione della rotatoria in area Lido San Giovanni. A bloccare nuovamente le operazioni era stata la necessità di redigere una variante per migliorare il progetto iniziale. A seguito di alcuni sopralluoghi e di una perizia effettuata si è ritenuto di intervenire prevedendo il restringimento delle aiuole e la creazione di una ciclovia e di una corsia per gli automezzi di soccorso.

L’assessore Palumbo «È un progetto che questa Amministrazione ha ereditato – commenta l’assessore ai lavori pubblici Biagio Palumbo – e che presenta diversi nodi che stanno rallentando e persino bloccando i lavori. Nel complesso si tratta di un intervento molto positivo ma purtroppo siamo stati costretti a fare delle modifiche al disegno originale». La variante, redatta dall’architetto Daniele Manni che ha curato il progetto iniziale, è stata dunque consegnata nelle mani dell’Amministrazione e sarà portata in Giunta nei prossimi giorni per l’approvazione. Subito dopo andrà al varo della Regione e della Soprintendenza e si spera in tempi brevi ripartiranno i lavori.

Nella variante per fare spazio alle corsie necessarie per il transito è previsto un restringimento delle grandi aiuole botaniche. Sarà inoltre installata una staccionata in legno per separare la corsi d’emergenza da quella ad uso di pedoni e ciclisti. Altra operazione da effettuare è quella di rimuovere l’asfalto totalmente l’asfalto, in alcuni punti ancora presente, e causa degli allagamenti evidenziati di recente perché di fatto impedisce il drenaggio.

Viabilità alternativa e parcheggi Novità anche per ciò che concerne la viabilità: è in programma un allargamento di circa un metro e mezzo della strada vicinale del Carmine alle spalle di Baia Verde per consentire il doppio senso di circolazione e quindi un maggiore deflusso del traffico. Ai parcheggi privati inoltre si aggiungerà un parcheggio comunale. Altra tappa la realizzazione della rotatoria in prossimità del Lido San Giovanni e che consentirà o di tornare indietro, o di dirigersi ai parcheggi o di imboccare via Gandhi per immettersi sulla statale.

Prevista la rinaturalizzazione della zona che interesserà la via che costeggia lo stadio e l’area nei pressi del Parco Gondar. Più complicata la questione per il primo tratto dalla rotatoria a metà Baia Verde. «In questo tratto- continua l’assessore- il problema più grosso sono i parcheggi. Le aree alle spalle sono di proprietà privata ed  è un percorso che prevede tempi più lunghi». Operazioni quindi rimandate alla fine della prossima stagione estiva.