L’Infinito nella Settimana della cultura classica del liceo “Quinto Ennio” di Gallipoli

737

Gallipoli – Ha per tema “un Infinito” la Settimana della cultura classica che si apre domani al liceo “Quinto Ennio“ di Gallipoli, diretto da Antonio Errico con eventi e interventi che si svolgeranno fino a sabato prossimo.

“A duecento anni dal capolavoro di Giacomo Leopardi, quest’anno l’iniziativa ha come tematica di fondo, “un Infinito“”, spiega in una nota la scuola superiore gallipolina. “E poi perché – aggiunge il dirigente Errico, di Sannicola – l’Infinito è quella condizione su cui si interroga da sempre l’uomo di ogni tempo e di ogni luogo”.

Per  l’inaugurazione di domani, 6 maggio, sono in programma gli interventi di Pietro Giannini, Ordinario di Letteratura greca, Università del Salento, e di Alessandro Laporta, saggista ed esperto di biblioteconomia.

Pubblicità

Martedì, 7 maggio, il dottor Antonio Basurto, dirigente medico del reparto di oculistica dell’Ospedale “Cardinale Panico” di Tricase, terrà una relazione sulla suggestiva tematica “L’occhio e la visione. La vita oltre la malattia”. Nella stessa giornata ,in diretta skipe, interverrà il cantautore e scrittore Roberto Vecchioni che parlerà dell’Infinito.

Mercoledì 8 maggio, monsignor Vito Angiuli, vescovo della Diocesi di Ugento – S. Maria di Leuca, parlerà e dialogherà con gli studenti su “Nulla ed eternità: la paura dell’infinito”.
A seguire, nella giornata di giovedì, Giuliana Paciolla leggerà alcuni testi di Giacomo Leopardi.

Salvatore Colazzo, Ordinario di Pedagogia sperimentale presso l’università del Salento, il 10 maggio terrà una relazione su “L’umano in-finito”. Seguirà “Leopardi, Lucrezio e gli altri” a cura delle studentesse e degli studenti del Liceo classico.

Per sabato 11 maggio, è previsto un intervento di Andrea Ventura, di Sannicola, Ricercatore di Fisica nucleare e subnucleare dell’università del Salento su “Il vuoto e l’eternità della materia”.

 

Pubblicità