“Li Ucci de Natale”, a Cutrofiano canti, cunti e filastrocche del periodo natalizio

Serata conclusiva mercoledì 2 gennaio alle ore 20 nella chiesa Santa Maria della Neve

785

Cutrofiano – Serata conclusiva a Cutrofiano, mercoledì 2 gennaio, per la rassegna “Li Ucci de Natale” alle ore 20 nella chiesa madre Santa Maria della Neve. “Strina, canti e zampogne” propone canti, cunti e filastrocche del periodo natalizio. Antonio Melegari, direttore artistico e ideatore dello spettacolo, in un’ora ripercorrerà insieme ai suoi compagni di viaggio melodie e versi tradizionali che faranno da collante a nuove composizioni. L’appuntamento è proposto dall’associazione culturale Sud Ethnic da anni impegnata nel recupero delle tradizioni popolari.

La Rassegna “Li Ucci de Natale alla Strina” ha toccato i comuni di Carpignano Salentino, Galatone, Melpignano e Calimera. “La Strina” verrà preceduta dal canto in griko Kalò Bambinuddhi. Saranno eseguiti anche altri brani originali come “Stella de mille culuri” e  due omaggi a Gianni De Santis.  Zampogne e Ciaramelle saranno le prime melodie che si ascolteranno grazie al gruppo Marasia (Totò Cavalera, Francesco Primiceri, Andrea Marzo) e poi Lucia Mangia sarà l’interprete di alcune letture a tema natalizio. Salvatore Giannotta curerà i suoni, mentre le melodie e le voci saranno curate da Antonio Melegari (voce), Alessandra Caiulo (voce), Gigi Russo (piano), Alessio Giannotta (mandola e percussioni), Stefano Calò (chitarra classica), Andrea Stefanizzi (percussioni etniche), Alessio Colì (sax), Vittorio Chittano (fisarmonica).

La manifestazione, promossa da Sud Ethnic con il contributo del Comune di Cutrofiano e la collaborazione dell’Unione della Grecìa Salentina, è candidata al programma straordinario Cultura e Spettacolo della Regione Puglia.