Leuca: l’omaggio a Michel Pretrucciani apre la rassegna “Parlami di jazz”. Due date anche a Salignano

1100
Michel Petrucciani
Michel Petrucciani

Santa Maria di Leuca-Salignano – Il jazz per favorire l’incontro fra culture, nel Capo di Leuca da sempre simbolo di scambio culturale e crocevia di popoli: nasce da qui la terza edizione della rassegna “Parlami di jazz”, nell’ambito del “Finibus Terrae international jazz day celebration”, che si lega alla Giornata internazionale del jazz proclamata dall’Unesco.

Yacht club Leuca
Lo Yacht club Leuca

Tre gli appuntamenti della rassegna, in programma rispettivamente il 28 e 30 aprile, e l’1 maggio. Il format della rassegna prevede concerti “parlati”, in cui la musica si mescola a parti “narrative” in cui i musicisti raccontano aneddoti e approfondiscono temi legati alla storia del jazz. L’organizzazione è affidata all’associazione no profit Lampus, con il patrocinio del Comune di Castrignano del Capo e del Parco culturale ecclesiale Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae.

Nella prima data, tributo a Michel Petrucciani: il pianista, fra i più noti e apprezzati nel panorama jazz mondiale, noto anche come “il genio dalle dita di cristallo” verrà ricordato in musica domenica 28 aprile alle ore 17 presso lo Yacht club di Leuca (in via Doppia Croce 20). A ripercorrere le note di Petrucciani sarà il Roberto Esposito Trio, composto dallo stesso Esposito (al pianoforte), da Michele Colaci (al contrabbasso) e da Alberto Stefanizzi (alla batteria). L’evento, che ricade nel ventennale della scomparsa di Petrucciani, è organizzato in collaborazione con lo Yacht club e l’associazione Salentosophia. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Pubblicità

Martedì 30 aprile alla Torre di Salignano (ore 21), secondo appuntamento con un altro omaggio musicale, questa volta a João Gilberto, tra i padri fondatori della Bossa Nova. L’omaggio al chitarrista e cantante brasiliano sarà portato sul palco dal Pra João Quartet, composto da Marco Giuliani (voce e chitarra), Aldo Di Catarino (flauto traverso), Gianluca Fraccalvieri (basso elettrico) e Giovanni Scasciamacchia (batteria). Durante il concerto, incursioni narrative ad opera dei “Capitani coraggiosi” (Giovanni Molinari, Francesco Scaramuzzi e Francesco Ambruosi). In caso di maltempo, il concerto si terrà all’interno della Torre. Ingresso libero.

Torre di Salignano
La Torre di Salignano

Mercoledì 1 maggio la rassegna si chiude con il gruppo “Kulu sé mama”: dalle 21 alla Torre di Salignano Gabriele Rampino (sassofoni, sound design), Maurizio Bizzochetti (chitarre), Maurizio Ripa (pianoforte), Maurizio Manca (contrabbasso) e Daniele Bonazzi (batteria) presenteranno il loro primo album, dal titolo “Nécessaire de voyage”. Anche questa volta, in caso di maltempo il concerto si terrà all’interno della Torre. Ingresso libero.

Pubblicità