Leuca, cerimonia per 170 docenti neo assunti nelle scuole del territorio

2493

Cerimonia docenti neo assunti - hotel Teminal LeucaSanta Maria di Leuca (Castrignano del Capo) – Buone prassi e innovazione nell’ambito della didattica sono state al centro della cerimonia svoltasi nei giorni scorsi presso l’hotel Terminal, per tenere a battesimo i 170 docenti neo assunti nell’anno scolastico 2018-2019.

Filomena Giannelli

La cerimonia è stata organizzata dall’Istituto comprensivo “Italo Calvino” di Alliste e Felline, che rientra nel cosiddetto Ambito 20 (coordinato dalla dirigente Filomena Giannelli), in cui ricadono 37 scuole di ogni ordine e grado comprese nel triangolo Gallipoli-Tricase-Gagliano del Capo.

Ampio il pubblico dell’evento, che ha visto la partecipazione di circa 500 persone: oltre ai neo assunti, ci sono stati anche studenti, docenti e dirigenti di numerose scuole dello stesso Ambito 20. Madrina e padrino della manifestazione il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Puglia Anna Cammalleri e il dirigente dell’Ufficio VI Ambito territoriale per la Provincia di Lecce Vincenzo Melilli.

Pubblicità

I temi. Nel corso della manifestazione sono stati ripercorsi in sintesi i 28 laboratori formativi frequentati dai docenti neo assunti, attraverso le relazioni degli insegnanti Fabrizio Specchia, Giusy Negro, Tonina Mirto, Claudia Costantino e dei dirigenti Giovanna Marchio e Antonella Cazzato. Inoltre, Chiara Vantaggiato – dirigente dell’istituto “Salvemini” di Alessano – ha parlato del Clil (Apprendimento integrato di contenuti e lingua), mentre la dirigente del “Meucci” di Casarano Concetta Amanti è intervenuta sull’innovazione didattica e tecnologica legata alla robotica. Ancora, dal “Don Tonino Bello” di Tricase, il docente Alessandro Capruzzi e la dirigente Anna Lena Manca hanno riflettuto su valutazione e competenze. Chiusura dei lavori affidata a Melilli e al direttore generale Usr Puglia (Ufficio scolastico regionale) Anna Cammalleri.

L'orchestra del liceo musicale "Giannelli" di Parabita
L’orchestra del liceo musicale “Giannelli” di Parabita

L’obiettivo – spiega la dirigente Giannelli – è mostrare alla futura classe docente come dalla teoria si passa alla pratica, con esempi concreti di successi di didattica innovativa, inclusiva, corale e imprenditoriale. I ragazzi sono il nostro risultato più grande”.

Protagonisti anche gli studenti, a cominciare dai giovani musicisti (età compresa fra gli 11 e i 13 anni) dell’orchestra Smim (Scuole medie a indirizzo musicale), con la coordinatrice della rete Giovanna Marchio. Altra orchestra protagonista, quella del liceo musicale Giannelli di Parabita. E poi i ragazzi del “Don Tonino Bello” di Tricase e del “Bottazzi” di Casarano, che guidati dal dirigente Salvatore Negro hanno curato l’accoglienza in sala e il buffet.

 

 

Pubblicità