L’emergenza Covid non oscura la prima alba nel nuovo anno a Punta Palascia: artisti coinvolti in Rete

1067
Il faro di Punta Palascìa
Il faro di Punta Palascìa

Otranto – L’emergenza Covid non oscura la prima alba del nuovo anno a Punta Palascia.  Quest’anno non potranno esserci i consueti festeggiamenti ed iniziative con partecipazione di persone, ma ci sarà ugualmente una telecamera puntata sul Mediterraneo per cogliere il sorgere del primo sole del 2021.

L’ormai tradizionale appuntamento con la prima alba d’Italia a Punta Palascìa non mancherà grazie ad Apulia stories, l’associazione di promozione sociale che gestisce il Faro, che in collaborazione con il Comune di Otranto permetterà a quanti si collegheranno alla pagina ufficiale Facebook di godere del sorgere del primo sole del nuovo anno (qui il video di presentazione a cura di Paolo Laku).

Gli artisti coinvolti

Una telecamera sarà infatti puntata sul mare dalle 6.30, “in un atto quasi catartico di rinascita, con lo sguardo verso l’immensità”. Saranno letti passi del Breviario Mediterraneo di Predrag Matvejevic, ci saranno musica e canti salentini e per l’occasione sarà presentata una particolare illustrazione animata. L’iniziativa coinvolge gli artisti Nicolo Carnimeo, Giovanni Palma e Luigi Marra, Ilaria Costantino, Michela e Antonio Sicuro, Enza Pagliara, Ninfa Giannuzzi, Cristiana Verardo, Antonio Castrignanò, Giancarlo Paglialunga e Giuseppe Anglano, Luigi Nuzzo e Tatà, Antonio Amato. Interverranno per gli auguri le giornaliste Felicita Pistilli (Tg1) e Laura Riccetti (Tg5).

«Mai come quest’anno – fanno sapere i promotori – abbiamo imparato che la bellezza è nelle piccole cose e nelle emozioni più intime, che sia un’alba di rinnovamento per tutti».