Le vite ai margini e le declinazioni della follia: Ascanio Celestini a Torre Suda di Racale

1639
Ascanio Celestini

Torre Suda (Racale) – Nuovo appuntamento per il Festival delle buone pratiche “Racale Città della Follia”: domenica 14, a partire dalle 21,30, il Giardino costiero “G. Toma” di Torre Suda farà da sfondo alla “Ballata dei senza tetto” di Ascanio Celestini.

Si tratta di uno spettacolo teatrale in cui l’attore romano riproduce un viaggio improvvisato fra storie di vita, di fame, di ricerca e di rinascita: una ballata in continuo movimento di personaggi in cerca d’attore.

Le vite “Celestini porta a Torre Suda le vite ai margini, con storie sempre diverse. – spiegano gli organizzatori – Lo spettacolo, inoltre, offrirà spunti di riflessione in merito alla declinazione del tema della follia in tre diversi punti di vista: follia come momento creativo, follia come visione di un futuro da immaginare e realizzare, follia dell’uomo nella storia”.

Il senso del lavoro portato in scena da Celestini è la scrittura di una drammaturgia unica fatta di tanti personaggi che si muovono in un unico ambiente: una periferia che ruota attorno a due parcheggi, quello del supermercato e quello di un grande magazzino pieno di pacchi, dove il narratore racconta ciò che vede, alle volte ciò che conosce e altre ciò che immagina.

Il costo del biglietto è di 5 euro, acquistabile presso il Comune di Racale.