Le stanze del tempo e della memoria

947

foto-gemma-formuso-e-laura-macrISIMU SALENTINI. “Le sei stanze”, presentato recentemente nella Chiesa incompiuta di Gemini di Ugento, è un lavoro che si legge tutto d’un fiato e che porta il lettore  in un viaggio nella memoria che si fa storia. L’autrice è Gemma Formuso, giovanissima pedagogista  originaria di Grottaglie (Ta) che da alcuni anni vive a Gemini. Il metodo utilizzato nella stesura di questo lavoro è quello dello storytelling, metodologia incentrata sul valore formativo ed educativo della narrativa. Le vicende  si collocano intorno agli anni del primo dopo guerra  e  durante la seconda guerra mondiale in Salento  nelle cittadine di Gemini e Veglie e vedono come protagonista Laura Macrì (in alto con l’autrice). «Con la signora Laura – racconta Formuso – ho utilizzato lo strumento dell’intervista narrativa  iniziando dalla sua infanzia e giovinezza, dove potesse ricordare le cose belle e quelle meno belle».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!