Le Iene aiutano a “piantarla”

3148

iene la piantiamo a racale (2)

RACALE. La nascita del primo Cannabis Social Club italiano, l’associazione “La PianTiamo” di Racale, presieduta da Lucia Spiri, ha destato l’attenzione di Matteo Viviani de “Le Iene”, che ha indossato abito e occhiali neri ed è sceso nel Salento, nei primi giorni di luglio, per approfondire il tema dell’uso della canapa a scopo terapeutico. Il servizio realizzato andrà in onda a ottobre.

Lucia è affetta da sclerosi multipla e utilizza un farmaco, il Bedrocan, estratto dai germogli della cannabis. Il medicinale è importato dall’Olanda, con ingenti costi a carico del Servizio sanitario nazionale. Da qui lo scopo dell’associazione: coltivare in proprio la canapa (cosa vietata dalla legge) per distribuirla con più facilità ai malati che ne hanno bisogno. Due i vantaggi: un corposo risparmio per le casse statali e un più facile approvvigionamento del farmaco per i malati che, così, eviterebbero il tortuoso iter burocratico necessario per farselo prescrivere. I cannabinoidi, come testimoniano i pazienti sottoposti a questo tipo di cure, contribuiscono ad alleviare i dolori derivanti da diverse malattie, tra cui Sla, diabete, tumori.

C’è da vincere, però, una serie di preconcetti, tra cui l’idea che assumere un cannabinoide a scopo curativo sia uguale a “farsi le canne”. È fondamentale, quindi, una corretta informazione: «Ogni contributo alla nostra missione – spiega Andrea Trisciuoglio, segretario de “La PianTiamo” – aumenterà la conoscenza, porrà un argine al dolore di tanti pazienti e contribuirà a diffondere il nostro progetto. Serve una svolta: la cura dev’essere un piacere, non più una sofferenza».

In Italia è consentito l’uso della cannabis curativa. La Puglia è una delle quattro regioni che la somministrano gratuitamente ai pazienti. Il farmaco si assume inalandolo, fumandolo o ingerendolo con i cibi.

«Il problema – aggiunge Andrea – è che in Puglia ci sono solo due medici disposti a prescriverla, costringendo il paziente a rivolgersi al mercato nero, con tutte le conseguenze che ne derivano».

Il sindaco Donato Metallo (così come i Radicali e il presidente della Regione Nichi Vendola) ha sposato la causa della legalizzazione a uso terapeutico della cannabis.

Intanto l’associazione non si ferma e nei prossimi giorni ufficializzerà l’acquisto di un terreno, sito sulla Racale-Ugento, su cui verrà coltivata la canapa per uso medico. Per informazioni: www.lapiantiamo.it.