L’Associazione arbitri di Casarano cambia il presidente: eletto Scolozzi di Tricase

745
Roberto Scolozzi

Casarano – Hanno optato per un cambio di passo i fischietti della Sezione Aia di Casarano impegnati, lo scorso venerdì, in assemblea (in videoconferenza) per eleggere il nuovo presidente per il quadriennio olimpico 2020/2024. Con 42 voti l’osservatore arbitrale Roberto Scolozzi, di Tricase, ha battuto l’arbitro benemerito – e “storico” presidente uscente – Andrea Camilli (di Casarano) il quale ha ricevuto 23 preferenze.

«Ringrazio Andrea Camilli – le prime parole del neopresidente Scolozzi – per il lavoro svolto finora. Adesso ripartiamo da qui, lasciando da parte il tifo perché d’ora in poi c’è bisogno di un lavoro comune, un lavoro di squadra necessario per risollevare il numero di associati e formare giovani arbitri da proporre alla Commissione regionale arbitrale».

Aria di cambiamento

Andrea Camilli

Diversi tesserati percepivano l’esigenza di rinnovare l’Aia casaranese per questo motivo alcuni gruppi di “giacchette nere” si sono rivolti a Scolozzi che ha saputo fare sintesi aggregando chi nutriva questa esigenza con l’auspicio di un “lavoro comune”. «Sono diversi gli obiettivi da raggiungere – ha commentato il numero uno dei fischietti casaranesi – e tra questi c’è sicuramente quello di far crescere i nostri arbitri seguendoli gara per gara».

Scolozzi avrà a disposizione ancora qualche ora prima di nominare il consiglio direttivo del prossimo quadriennio ma quel che è certo e che conterà sicuramente sull’esperienza e la saggezza dell’arbitro benemerito Giacomo Rizzo (di Maglie).

Mattia Chetta