“L’amore ti sfiora appena”, con Fidapa nel chiostro di Casarano un corto contro la violenza sulla donne

499
Casarano – “L’Amore ti sfiora appena” è il titolo del cortometraggio realizzato dalla sezione di Casarano della Fidapa “per coinvolgere gli uomini in una lotta alla violenza contro le donne, che non può essere più ignorata”.

«La strage non si ferma. Da gennaio a oggi – afferma Antonella Pappadà, presidente della sezione di Casarano di Fidapa Bpw Italy – sono 16 le donne vittime di femminicidio, solo in Italia. Un tema di sconcertante attualità, quello dei soprusi, ricatti e maltrattamenti a cui molte donne sono sottoposte, fino a essere uccise. Come Ornella morta a Napoli il 13 marzo accoltellata dall’ex compagno davanti al loro figlio di 3 anni. Questa pandemia divenuta invisibile agli occhi di molti va combattuta dalle donne insieme agli uomini. Perché la piena parità di genere si potrà ottenere solo con la reale collaborazione e il coinvolgimento del genere maschile».

Il cortometraggio

L’idea di realizzare il corto nasce proprio dal tweet provocatorio della giornalista Milena Gabanelli che qualche giorno fa ha dichiarato: «Ne ammazzano una al giorno ma io vedo solo donne manifestare, protestare, gridare aiuto.  …. Uomini, dove siete?». «Da qui, grazie al regista Antonio D’Aprile con “Diversamente stabili” e alla partecipazione di uomini e donne che hanno risposto all’appello di Fidapa e al Comune di Casarano che ha patrocinato l’evento, si è voluto ribadire un messaggio fondamentale: alla base del rapporto tra un uomo e una donna ci deve essere rispetto, condivisione e non sopraffazione».

Al centro del cortometraggio “L’amore ti sfiora appena” c’è una giovane donna che, insieme alle sue amiche, sta organizzando un flash mob per dire stop alla violenza. Mentre sono tutte impegnate a scrivere cartelloni e a sistemare le “scarpette rosse”, simbolo della Giornata internazionale contro la violenza, arriva il marito della donna che vuole trascinarla via con la forza. A quel punto intervengono non solo le amiche, che lo mandano via, ma anche gli uomini che sentono le urla, escono dagli uffici e decidono di sostenerle, proseguendo la manifestazione con loro e per loro.

Fidapa Casarano, Corto contro la violenza sulla donne

«Il resto lo si evince dal testo denuncia “Colpo di pistola” di Brunori Sas – dice la presidente Pappadà – brano scelto per accompagnare le scene del corto, le cui parole sapranno far riconoscere alle donne, ma anche agli uomini quando l’amore è un amore malato che va denunciato e chiesto aiuto».

Nel 2020 c’è stato un tasso più alto di femminicidi rispetto al 2019, con un’incidenza percentuale che è passata dal 35,2 al 41,1% (sul totale di omicidi commessi). Un dato ancor più allarmante se si pensa che nel 2020 si è registrato un calo generalizzato del numero dei reati, a causa delle misure restrittive per contenere il Covid 19. Sempre di più sono state le donne uccise dal proprio partner o dall’ex per motivi futili o moventi cosiddetti “passionali”, o che comunque hanno subito violenza tra le mura domestiche. «Servirebbero 365 giorni l’anno e non solo le due giornate, 8 marzo e 25 novembre, per ricordare che molta strada c’è ancora da fare», fanno sapere da Fidapa.