La volley parla salentino: mai tante squadre nelle serie maggiori, da Cutrofiano ad Alessano, da Taviano a Casarano e Tricase

420
Pierandrea Piccinni

Gallipoli – Nel Salento la pallavolo sta vivendo sicuramente uno dei momenti più significativi della sua storia, grazie alla prima storica presenza in serie A di una società femminile e la partecipazione al campionato di serie A2 maschile di ben tre squadre. Parlando solo delle squadra di vertice, la pallavolo salentina può ritenersi già soddisfatta del suo “magic moment”. Al di là dei risutati finali dei tornei di questa stagione.

La promozione di Cutrofiano in A2 femminile, dopo la cavalcata dello scorso anno, è sicuramente la nota più importante di questa stagione che ha ridato all’intera regione la serie A femminile dopo diversi anni con un società che nella passata stagione è riuscita a conquistare anche i titoli regionali giovanili U18 e U16.

Il salto di Leverano dalla B alla serie A2 maschile ha portato a quota tre le salentine in seconda serie nazionale maschile insieme all’Aurispa Alessano, che nella passata stagione ha ottenuto la salvezza, e alla Pag Taviano che tramite il ripescaggio è riuscita a mantenere la serie A.

Pubblicità

In serie B sono quattro le salentine in corsa per i diversi obiettivi con Galatina, Casarano e Tricase in B maschile e Copertino in B2 femminile. Casarano e Copertino, nei rispettivi campionati, sono reduci dalla promozione dai campionati regionali portando quindi a quota 7 le società salentine che nella stagione 2017/2018 nei campionati di serie nazionali.

La provincia più rappresentata in A “Con questi numeri, il Salento è ad oggi la provincia più rappresentata nei campionati di serie A – sottolinea il presidente Fipav provinciale Pierandrea Piccinni – motivo di vanto per il territorio che, a partire da questa stagione, ha dato il benvenuto a nuove società provenienti dalla provincia di Brindisi che ha perso di fatto il suo comitato provinciale Fipav”.

Undici campionati, 1.600 gare  “Vantiamo ad oggi circa cinquemila tesserati nella provincia di Lecce per un totale di undici campionati territoriali in corso tra quelli di serie e categoria contando circa oltre 1.600 gare giocate in questa stagione solo a livello territoriale. Questi alcuni numeri – afferma Piccinni – per dare l’idea dell’intensità dell’attività in questo territorio che può parlare sicuramente di società che lavorano quotidianamente per la crescita del movimento ma anche di eccellenze”.

I gioielli di famiglia Tra i giovani talenti emergenti made in Salento si può partire dai due giovanissimi premiati alla recente festa del volley salentino Riccardo Morciano (Pallavolo Azzurra Alessano) e Gaia Natalizia (Cutrofiano, foto accanto), entrambi liberi e nomi di spicco del movimento salentino e protagonisti nella passata stagione degli eccellenti risultati delle rappresentative pugliesi al Trofeo delle Regioni “concluso con un ottimo secondo posto maschile e con lo storico quarto posto femminile”, sottolineano dalla Fipav.

A conclusione di questa assai ricca panoramica, si segnala il Volley S3, il progetto innovativo del settore Scuola della Fipav riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione nel 2016. Dai riscontri pervenuti al comitato provinciale, il nuovo gioco “sta spopolando”.

“Sono soddisfatto e orgoglioso del movimento che rappresento da due anni – conclude il presidente Piccinni – ma che vivo da sempre prima da atleta e poi da dirigente. Sto vivendo questo momento di crescita con gioia e allo stesso tempo con la voglia di continuare a fare sempre di più, consapevole delle grosse potenzialità che caratterizzano il nostro movimento rappresentato da chi, come Max Colaci porta in giro per il mondo il nome della nostra terra, e da chi, come le società che lavorano nel giovanile, forma i futuri Colaci”.

 

Pubblicità