La strada che divide

2006

ambulanza bloccata lido conchiglie

SANNICOLA. È di pochi giorni fa l’episodio (ripreso dalla signora Maria Grazia Bove e visibile sul sito piazzasalento.it) dell’ambulanza rimasta bloccata, sul lungomare Colombo di Lido Conchiglie, tra un pullman e le auto parcheggiate.

Il problema, mai risolto, è che la strada (classificata come Provinciale) oltre ad essere a doppio senso di marcia (con parcheggio ambo i lati) divide in due la marina: la sede stradale ricade nel territorio di Gallipoli mentre gli appartamenti fronte mare sono già a Sannicola. Per risolvere la questione è, dunque, necessaria la collaborazione dei tre enti. Nei giorni scorsi il sindaco di Gallipoli Francesco Errico  ha emesso l’ordinanza per istitutire il senso unico ma i segnali tardano ad arrivare: occorre che Provincia e comune di Sannicola (all’interno del cui territorio verrebbe deviato il traffico) diano seguito alla procedura.

«Mi sorprende che nell’ordinanza di Gallipoli la soluzione del senso unico venga indicata  come l’unica possibile mentre – afferma il sindaco di Sannicola Cosimo Piccione – negli incontri avuti, in più occasioni, sin da inizio giugno, col sindaco Errico, il presidente della Provincia Antonio Gabellone,  i comandanti  delle polizie municipali dei nostri due centri e il dirigente provinciale del servizio Viabilità Stefano Zampino, erano emerse soluzioni alternative». Il riferimento è ai divieti di sosta sul lato costa e ad una pista ciclabile.  «Sul territorio di Sannicola il manto stradale non è adatto a supportare il traffico in aumento, l’illuminazione pubblica non è sufficiente e l’incrocio nei pressi della montagna spaccata, in cui ci si reimmette sulla Provinciale, è pericoloso», spiega Piccione.

Intanto, la minoranza consigliare, con un’interrogazione di Valerio Nocera (Pd), Danilo Scorrano e Wilma Giustizieri (Sel), ha chiesto a Piccione i motivi del ritardo nell’istituzione del senso unico ricordando come già nel 2010 il Consiglio di Stato aveva accolto le ragioni del comune di Sannicola sancendo la legittimità dell’istituzione del senso unico di marcia.

«Siamo esasperati dalla situazione. Negli anni scorsi il senso unico ha funzionato senza intoppi e non ci sono stati incidenti. Non capisco perchè si continui a mettere a rischio la nostra incolumità», commenta Lucia Tricarico, residente proprio su via Colombo.

Guarda il video.