La sfida è servita: la lista di Stamerra

1485
Massimo Stamerra

TUGLIE. Il programma amministrativo che Massimo Stamerra, vicesindaco uscente, e la lista “Insieme per Tuglie” intendono attuare in caso di vittoria elettorale, punta l’attenzione “verso quei settori che hanno le potenzialità per favorire lo sviluppo e la valorizzazione del territorio: agricoltura, imprenditoria giovanile, commercio, artigianato locale, trasformazione nel settore agro-alimentare, turismo rurale, cultura e pubblica istruzione, sport”. Il punto fondamentale del programma di governo sarà quello di rendere Tuglie “una cittadina dove tutti abbiano eguali opportunità di sviluppo, aprendo la vita politica al confronto e all’incontro con i giovani, con gli anziani e con i diversamente abili”.

“Insieme per Tuglie” intende aprire i propri confini ai paesi vicini, per costruire insieme programmi di azione e intervento, per l’intercettazione di finanziamenti “finalizzati a completare i cantieri aperti e ad aprirne di nuovi”. Sarà posta particolare attenzione all’attività istituzionale, “anche attraverso l’implemento del sito internet”. Per quanto concerne la valorizzazione del territorio si procederà al recupero delle corti e alla riqualificazione di piazzale Matteotti, alla sistemazione della scalinata che porta al Palazzo Ducale, all’illuminazione artistica della torre civica e di alcune arterie del paese, alla realizzazione di un giardino pubblico in contrada Mazzuchi, all’ampliamento della zona industriale, all’istituzione di un parco archeologico, all’ampliamento del cimitero comunale, alla riqualificazione della collina di Montegrappa, al restyling del campo sportivo, alla ristrutturazione urbanistica della zona 167, al riordino della viabilità, all’incentivazione delle iniziative di animazione ed intrattenimento turistico, alla costituzione dell’ufficio Iat, alla realizzazione di una guida turistica.

Per le politiche sociali, invece, è intenzione creare un Centro di servizi sanitari presso il piano terra dell’immobile di Largo Fiera, costituire la commissione per le Pari opportunità, rendere ancora più accogliente il centro anziani, sostenere il centro sociale, istituire uno sportello per fornire ai giovani  e ai disoccupati informazioni sul mercato del lavoro. Attenzione anche alla sicurezza dei cittadini e del patrimonio con la realizzazione di un impianto di videosorveglianza; si punterà su una fattiva collaborazione con  le risorse che animano il sistema culturale – museale del paese, si prevede l’acquisizione al patrimonio comunale ed il conseguente restauro della “Masseria Aragona” con l’apertura della strada parallela a Via Alfieri. Per l’ambiente, invece, si prevede una forte spinta nel raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata, organizzazione di iniziative come la fiera del “riciclo creativo” e l’adesione alla “Giornata della Terra”, realizzazione di un Ecocentro.