La scuola in ospedale: avviate le lezioni per i malati di Oncoematologia pediatrica del “Fazzi”. Diciotto bambini e ragazzi tra i banchi

764

ospedale-vito-fazzi-Lecce – È stato inaugurato oggi presso l’Unità operativa Oncoematologia pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, diretto dalla dottoressa Titti Tornesello (di Alezio), l’anno scolastico della “Scuola in ospedale”, progetto finalizzato ad assicurare i diritti alla salute e all’istruzione per i piccoli pazienti malati di tumore e quelli in Pediatria e Chirurgia pediatrica.

Suona la campanella per le sezioni della Scuola primaria e della Secondaria di I e II grado, istituite dall’Ufficio scolastico regionale insieme all’Asl Lecce e dedicata ai bambini e ai ragazzi ricoverati e che necessitano di cure. “Si riafferma un connubio importante tra i due diritti, inscindibile se si pensa ai diritti dell’infanzia”, afferma la dirigente Tornesello. Il progetto ha preso il via con la Primaria nel 2012.

Aule, sale di musica e un laboratorio

Per la Primaria vengono insegnate tutte le discipline, per la scuola secondaria di primo e secondo grado: italiano, storia, geografia, matematica e fisica, scienze, arte e immagine, educazione musicale, inglese e francese. Due i docenti impegnati per le classi della Primaria, tre per la Secondaria di primo grado, tre per la Secondaria di secondo grado.

Sono 18 al momento gli alunni di diversa età coinvolti, di diverse età, che seguiranno le lezioni all’interno del reparto, dove sono allestite tre aule, una per ogni ciclo di istruzione, due sale di musica e un laboratorio linguistico. Hanno contribuito al progetto le scuole capofila dell’l’Istituto comprensivo Alighieri-Diaz di Lecce e l’iss Galilei-Costa-Scarambone di Lecce.

Percorsi formativi personalizzati

“Migliaia di giovani pugliesi sono ai loro primi giorni di scuola in presenza e a tutti loro auguro un buon inizio anno scolastico – dichiara il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – tra loro ci sono anche i piccoli pazienti della Oncoematologia pediatrica che iniziano le lezioni in ospedale. La scuola in ospedale rappresenta un presidio di grandissimo valore attivato sul territorio regionale, che coniuga due fondamentali diritti, alla salute e all’istruzione. Ringrazio tutti coloro che fanno crescere questa realtà che porta la bellezza del sapere e della socialità nei luoghi di cura. Tutto il nostro sostegno e incoraggiamento va ai bambini e ai ragazzi, per i quali sono stati elaborati percorsi personalizzati”.

La Scuola in ospedale sarà attivata anche al Policlinico di Bari e all’Ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Al Policlinico Riuniti di Foggia è attiva una scuola in presenza nel reparto di Neuropsichiatria Infantile e sta per partire l’attività didattica a distanza per i bambini in Pediatria. Anche nelle Asl di Brindisi e Bat è prevista attività didattica a distanza in Pediatria.