La “Piccola ronda” prima della “Danza delle spade” per la lunga notte di San Rocco a Torrepaduli (Ruffano). Chiusura in musica con i Boomdabash

Quest'oggi, dopo la processione, la cascata pirotecnica illuminerà a festa la facciata del santuario. Intorno alle 23.30 i fuochi d'artificio con tre ditte in gara

998

Torrepaduli (Ruffano) – Celebrata da appassionati e cultori (del 1996 è il brano “Il ballo di San Vito” di Vinicio Capossela), torna ad infiammare la piazza di Torrepaduli la “danza delle spade”, ovvero il tradizionale rito di “danza-scherma” che fa da contorno ai festeggiamenti per San Rocco. Nella notte tra il 15 e il 16 agosto la frazione di Ruffano ospita quello che viene considerato “uno degli eventi spontanei più spettacolari del sud Italia” che ha origini antichissime e che rievoca, al suono ipnotico del tamburello, la lotta tra il bene e il male, tra malattia e guarigione, coinvolgendo decine di danzatori.

Il tradizionale rito verrà anticipato, alle ore 20 in piazza Carmelitani, dalla Piccola ronda di Torrepaduli, il progetto che vede protagonisti 63 bambini di diverse etnie, tra i 4 e i 14 anni, nell’ambito di una delle tappe “Fuori festival” della Notte della Taranta. «Nato nell’ambito progetti speciali della Fondazione, il progetto “Piccola Ronda” è frutto della collaborazione tra la Fondazione e le realtà territoriali che si occupano della tutela dei minori. L’obiettivo è includere i bambini nel tessuto sociale e salvaguardare l’autenticità della festa», affermano i promotori. Il progetto coinvolge “Il Giardino della luna”, centro aperto polivalente per minori di “Una mano per te”, la cooperativa sociale onlus “Coccinella” comunità per minori e “Libellula” cooperativa sociale: maestri sono Daniela De Rosa e Amin Halim (tamburello), Sara Meraglia (canti popolari) e Serna Pellegrino (danza), volontari Andreina Falcone, Carla Falcone e Anna Vincenti. Ai protagonisti della Piccola Ronda sarà poi affidato il compito di aprire il pre-Concertone del 24 agosto a Melpignano.

Torrepaduli, l’allestimento dei fuochi d’artificio

Ricco, nel rispetto della tradizione, il programma della festa. Sempre giovedì 15 agosto alle 21 è in programma la solenne processione per le strade della frazione con la cascata pirotecnica sulla facciata del santuario intorno alle 22 (a cura della Pirotecnica napoletana di Luigi Sica da Matino) e l gara pirotecnica dalle 23.30 a cura delle ditte Apulia events – Del Vicario dei f.lli Del Vicario da San Severo, Pirotecnica Napoletana di Luigi Sica da Matino e Pirotecnica Cosma di Dario Cosma da Monteroni. Il 16 agosto, giorno di San Rocco, alle 10.30 è prevista la traslazione della statua del santo in chiesa madre dove alle 11 sarà il vescovo della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca a celebrare la messa.

Pubblicità

Musica protagonista: venerdì 16 con il Gran concerto bandistico “Città delle grotte” di Castellana all’uscita delle processione delle 10.30, mentre alle 22 saranno protagonisti i Tamburellisti di Torrepaduli. Il 17 alle 21 si balla la pizzica salentina dei Mariglia, dei Mustisci e degli Zimbaria mentre domenica 18, dalle 22, gran finale con i Boomdabash e dj set Alex De Rio e “live percussioni” di Luca Bovino.

Pubblicità