La pandemia fra paura e rinascita nel cortometraggio “Covid” di Cosimo Scialpi, girato a Gallipoli

3189

Gallipoli È uscito in questi giorni “Covid”, il nuovo cortometraggio di Armònia productions realizzato dal regista gallipolino Cosimo Scialpi in collaborazione con il Comune di Gallipoli.

Il corto è ambientato tra i vicoli dell’antico borgo di Gallipoli, che rappresentano l’ansia e i timori dovuti alla quarantena e alla pandemia e che nel video prendono il sopravvento sulla nostra mente.

Riprese in città

Interamente girato a Gallipoli nel mese di maggio 2020, il cortometraggio parteciperà a vari festival e concorsi nazionali cinematografici e prossimamente verrà realizzata una presentazione privata presso la sede di Armònia Productions.

Il soggetto del video è di Cosimo Scialpi. Direttore della fotografia Gianni Notaro, voce narrante Antonietta Manca, scenografo Salvatore Coluccia, tecnico del suono Luigi Russo, tecnico audio Paolo De Florio. 

Un’immagine del cortometraggio “Covid”

La crisi può essere una vera benedizione per ogni persona e per ogni nazione, perché è proprio la crisi a portare progresso”: questo pensiero espresso da Einstein è il motore e la chiave tematica di “Covid”. Una sintesi di metafore, incastrate tra citazioni bibliche, dove a guidare lo spettatore è il moto delle emozioni.

Nel mare la rinascita

Una straziante corsa contro il tempo che termina con l’arrivo al mare – commenta Scialpi – simbolo di rinascita individuale e collettiva”.  Protagonista del cortometraggio è l’attrice gallipolina Antonietta Manca, che interpreta una giovane donna disperata che corre spasmodicamente per le vie del borgo antico, cercando aiuto. Proprio quando sembra che ormai abbia perso ogni speranza, arriva al mare.

Qui vede la luce, la speranza, e percepisce una rinascita, bagnandosi nell’acqua, in un simbolico battezzarsi a una nuova vita, lasciando indietro tutto il resto. Conclude il cortometraggio la voce dell’attore Stefano Simondo, che lancia un messaggio di speranza per la rinascita economica e sociale del paese, invitando a resistere e a rispettare i decreti del Governo per tutelare la salute e il buon funzionamento del sistema sanitario nazionale.

Cosimo Scialpi

La carriera di Scialpi

Trentenne originario di Gallipoli, Cosimo Scialpi ha iniziato a occuparsi di regia nel 2009. Nel 2016 ha realizzato il documentario “A volto coperto”; nel 2017 si è occupato della regia esterna di “Pomeriggio 5”, “Dalla vostra parte” e “Quarto grado”.

Ha poi realizzato nel 2018 e 2019 diversi documentari per Sky cultura, tra cui “Transilvania”. Ha curato la regia sportiva della pallavolo di serie A, del calcio di serie B e dell’evento mondiale di corsa in montagna. Sempre nel 2019, ha firmato la regia della sit com “Mosconi da bar”.