Alessano – I libri escono dalle biblioteche per trovare posto nei luoghi strategici dei paesi, dai ristoranti alle sale d’attesa dei medici, per esempio. Così, se i lettori non vanno in biblioteca allora saranno gli stessi libri a raggiungerli. Questa una delle idee del progetto “La grande fabbrica delle parole”, primo classificato nell’avviso pubblico del Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali “Città che legge” che coinvolge tre comuni: Corsano, Alessano, Presicce (il bando era rivolto a comuni tra i 5.000 e i 15.000 abitanti).

L’associazione Narrazioni «L’idea di partenza è stata quella di valorizzare le esperienze di lettura che già esistevano nelle biblioteche comunali, come quelle dei bambini. Avevamo già fatto due rassegne – spiega Andrea Cacciatore presidente dell’associazione culturale Narrazioni di Alessano, ideatore del progetto assieme alla sua vice Ada Facchini – una “La grande fabbrica delle parole” a Corsano che dà il nome a tutto il progetto e l’altra “La biblioteca delle meraviglie” ad Alessano. Siamo partiti con Corsano, grazie all’aiuto di Antonella Nicolì, e siccome era premiante l’aggregazione di comuni abbiamo invitato Alessano e Presicce».

La biblioteca “diffusa” permetterà di installare strategicamente scaffali tematici sul territorio dei tre comuni coinvolti, “in spazi di scambio e relazioni  negli ambienti della vita quotidiana”. Nei nuovi punti di lettura, con particolare riferimento a luoghi di svago e per chi ne farà richiesta, saranno organizzati incontri di lettura ad alta voce e presentazioni di libri e saranno disponibili servizi di baby-sitting: un’ora di lettura per i bambini degli avventori. Le biblioteche di Corsano, Alessano e Presicce ospiteranno un ciclo di incontri/laboratori, coinvolgendo gli Istituti comprensivi dei paesi aderenti. Gli alunni saranno guidati in una riflessione sui libri e sulla narrazione, per lo sviluppo del pensiero critico che è alla base della crescita di lettori forti e autonomi. Il materiale video realizzato confluirà in un canale YouTube tematico. Il percorso si svilupperà attraverso la scoperta dei meccanismi della narrazione e delle storie, fino al completamento di un album di figurine dei personaggi e degli autori, che per i bambini protagonisti sarà il “patentino dei lettori”. Il progetto partirà nel nuovo anno, presumibilmente intorno a febbraio.

Pubblicità

 

Pubblicità

Commenta la notizia!