La fede a suon di “like”

1067
Don Antonio Minerba
Don Antonio Minerba

ALEZIO. Le “confessioni virtualiˮ saranno anche un’utopia, ma la testimonianza della Buona novella, nell’era digitale, naviga sempre più veloce. Da veicolo potente della secolarizzazione, passando per il pulpito, la stampa e la radio, i nuovi linguaggi segnano “l’inizio di una storia nuovaˮ, ancora tutta da scrivere, come preannunciato da Papa Bergoglio, in cui la Chiesa, nel contatto con i media, spiana la strada a nuovi incontri. Un po’ come quelli che nella quotidianità, seppur di un piccolo paese, spesso non si realizzano, ma trovano spazio sui social network, dove don Antonio Minerba, parroco originario di Aradeo in servizio nella parrocchia Santa Maria Addolorata, ha riscoperto una grande comunità. È, infatti, ormai abitudine del parroco (giunto in paese nell’estate del 2012 dopo l’esperienza al Sacro Cuore di Casarano) “postareˮ all’alba su Facebook un pensiero beneaugurante per la giornata cui seguono le risposte ed i commenti dei suoi amici “virtualiˮ. «Quello del buongiorno su Facebook è un momento per condividere un messaggio in grado di dare alla propria giornata una luce diversa», afferma don Antonio.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Pubblicità
Pubblicità