La Confartigianato Parabita rinnova le cariche e conferma gli impegni. Nuovo presidente è Carlo Antonio Nicoletti

1282

Parabita – Cambio al vertice per la Confartigianato di Parabita. Dopo 13 anni di presidenza di Dino Turlizzi, che ha manifestato la sua indisponibilità al rinnovo della carica, a guidare il gruppo degli artigiani di Parabita arriva l’ebanista Carlo Antonio Nicoletti.

Nuovo, per metà, anche il consiglio direttivo dove, oltre ai già presenti Giuseppe Stanca (vicepresidente), Gianpiero Cataldo (segretario) e Sergio Schirinzi si sono aggiunti i nuovi ingressi di Alessandro Conte (nominato cassiere), Matteo Russo, Roberta Fattizzo, Antonio Milelli, Luigina Epifani e Luca Leopizzi.

L’impegno in 13 anni di attività

Dalla battaglia di qualche anno fa per la revisione delle cartelle Tari recapitate agli artigiani cittadini, all’impegno per la sicurezza sul lavoro, trasformatosi in corsi e attività formative per i soci; dalle iniziative di aggregazione e vita associativa all’organizzazione della storica mostra dell’artigianato locale, fino alla realizzazione dello stemma della Basilica della Madonna della Coltura: l’ultima assemblea della Confartigianato ha fatto anche il punto sul suo ultimo decennio di attività, un periodo denso di idee e di urgenze alle quali far fronte.

«In questi 13 anni – ha spiegato il presidente uscente Dino Turlizzi – abbiamo cercato di dare voce alle difficoltà e alle esigenze della categoria degli artigiani parabitani, per proteggere e tutelare le eccellenze del territorio, parte saliente del tessuto economico della città». Un impegno, ha spiegato l’assise, reso possibile anche grazie al lavoro svolto dai direttivi precedenti, cui è stato consegnato un riconoscimento, e da ultimo, con una proficua collaborazione con l’Amministrazione comunale del sindaco Stefano Prete, cui è stato chiesto di incentivare i controlli sul lavoro nero nel settore per salvaguardare l’attività dei tanti artigiani locali che pagano regolarmente le tasse e contribuiscono con il loro lavoro all’economia del paese.

All’assemblea dei soci, tenutasi lo scorso 25 novembre a Palazzo Ferrari, era presente anche Mario Vadrucci, rappresentante nazionale di Confartigianato Imprese.