L'”ArtEtika” si è presentata

2077
Enza Portoghese con la famiglia

Alliste. “Pare ca teni l’artetica!”: alzi la mano chi non l’ha mai sentito dire da un nonno al nipote che di star fermo non ne vuol proprio sapere. In continuo movimento, l’ha giurato, sarà anche “ArtEtika”, la nuova associazione intercomunale presentata il 19 febbraio scorso presso l’auditorium della scuola media di Alliste.

Melissano, Racale, Taviano, Alliste e Matino (gli stessi Comuni dell’Unione jonicosalentina) decidono di rimboccarsi le maniche e di mettersi in moto a favore di quel Salento che va rispettato, valorizzato, conosciuto.

La neonata realtà associativa partirà da subito con corsi di “pizzica”, la famosa danza popolare che è ormai uno dei distintivi al petto del territorio locale anche al di fuori dei confini nazionali. C’è la voglia di recuperare le antiche tradizioni, dunque, con un doppio scopo: renderle un’attrattiva turistica innovativa, ma anche sviluppare nella gente del posto, soprattutto nei giovani, un forte senso di appartenenza alla comunità in cui vivono, con la conseguenza fondamentale di far germogliare il desiderio di tutela di quell’ambiente spesso maltrattato.

Nei prossimi mesi si organizzeranno, perciò, molteplici attività culturali, di formazione, di diffusione ed editoriali al numero 13 di via Montello, dov’è la sede dell’associazione che risulta così formata: Vincenza Portoghese è il presidente, Tina Carangelo il vicepresidente, Enzo Manco è segretario e tesoriere. Del consiglio direttivo fanno anche parte Cosimo Renna, Sebastiano Basurto, Anna Del Tufo e Renzo De Maria.                                             

RR