Jung e la cultura del ‘900, a Gallipoli il cenacolo culturale dell’associazione Kyklos

204

Gallipoli – Quinto ed ultimo appuntamento dell’anno con i “Cenacoli dell’anima. Incontri e dibattiti sullo Spirito del Tempo”, organizzato a Gallipoli da “Kyklos, associazione culturale junghiana salentina”. Oggi alle 17.30, nella Sala Coppola di via Sant’Angelo (centro storico) si terrà l’incontro dal titolo “Jung e la cultura del Novecento”. Interverranno Luigi Conte (nella foto), sceneggiatore e saggista, e Fernando Conte, psicologo, analista in formazione Cipa (entrambi di Lizzanello).

«L’ultimo appuntamento della serie di cenacoli – spiegano gli organizzatori – propone una riflessione e un dibattito su Jung e la cultura del ‘900. Un secolo emblematico caratterizzato sia da grandi progressi scientifico-culturali sia da immani catastrofi umanitarie, che hanno minato interiormente il senso di sicurezza dell’uomo occidentale. Jung era del parere che lo sconvolgimento subito dalla coscienza moderna è interiormente associato allo sconvolgimento morale per ciò che riguarda la fede in ciò che siamo e la nostra bontà; venuta meno la naturale fiducia negli uomini e nel mondo, ci ripieghiamo su noi stessi, come se pretendessimo di trovare nel buio dell’anima quella sicurezza che non troviamo più nel caotico mondo esterno; per contraccolpo fluiscono in superficie immagini che erano sempre esistite ma che erano rimaste imbrigliate per secoli in quelle profonde oscurità, oppure ci lasciamo affascinare dai simboli esotici non appartenenti alla nostra cultura».

Pubblicità