Il viaggio semiserio degli “Italieni” di Vincenti parte da Tuglie

1146

TUGLIE. Parte da Tuglie, dove sarà presentato alle 18,30 presso l’Unione Servizi Volontari, il tour salentino del nuovo libro di Paolo Vincenti “Italieni”. Nani e giganti, bulli e pupe, maschere tragiche e comiche animano il viaggio semiserio dell’autore, ideale prosecuzione del volume precedente “L’osceno del villaggio”. Come un reporter satirico, Vincenti fotografa l’Italia di oggi tra vizi, manie, mode, liturgie e oscenità, inserendoli in un’antologia densa di riflessioni personali, con disamine storico-critiche alternate a citazioni letterarie.  “L’autore – scrive Massimo Melillo nella prefazione (copertina del libro e le vignette firmate da Paolo Piccione; postfazione di Maurizio Nocera) – spinge il lettore a riflettere sulla deriva cui sta andando incontro la nostra società, ad acquisire consapevolezza della criticità dell’attuale situazione italiana, a non dare nulla per scontato, a non cullarsi sull’adagio “mal comune mezzo gaudio”, a non lasciarsi andare al menefreghismo o, peggio ancora, all’indifferenza”. All’incontro di questa sera, introdotto da Paola Sperti, presidente dell’associazione “Amici della biblioteca”, prenderà parte il promotore culturale Raimondo Rodia. Prossimo appuntamento venerdì 15 alle 20 a Corigliano d’Otranto presso vineria Mierò con Ada Fiore e Totò Costantini.