Nardò – Insultano sul Web una loro coetanea e vengono condannate per diffamazione dal Giudice di pace. I fatti risalgono al 2011 quando due ragazze di Nardò si lasciarono andare a giudizi poco consoni nei confronti di una 35enne (loro concittadina) in alcuni commenti su Facebook.

Le frasi incriminate “Il maiale è sporco ma in confronto a te porta la cravatta” è uno dei commenti incriminati insieme a parole come “lurida” e “poveretta” scritte in tutta libertà sul noto social network confidando in una sorta di impunità che, com’è evidente, non c’è e non può esserci. Per questo il Giudice di Pace di Nardò ha condannato le due per diffamazione aggravata a mezzo web: ognuna di loro dovrà pagare una multa pari a 1.700 euro nonchè 1.000 euro di risarcimento alla persona offesa e 1.500 di spese legali.

Pubblicità

Commenta la notizia!