Innovazione e sostenibilità: premi alla coop di pescatori di Porto Cesareo ed a Reho Mare di Gallipoli

375
Porto Cesareo – Gallipoli – Premi e primati ad aziende salentine che si sono distinte nella pesca, nell’acquacoltura, nella sostenibilità e nella trasformazione del prodotto.
E’ stata la Cooperativa pescatori dello Jonio di Porto Cesareo aggiudicarsi il premio Innovazione – Filiera ittica sostenibile in questa categoria. Sul podio nella categoria Acquacoltura anche l’azienda “Reho Mare” con il suo impianto a due chilometri dalla costa salentina nel mare di Torre Suda (Racale) per la pesca di spigole, ombrine e orate, e di trasformazione a Gallipoli. “Reho Mare” si è aggiudicata anche il premio Finanza Sostenibile per il Mediterraneo.

A “Reho Mare” anche il premio Finanza 

La premiazione si è svolta in conclusione della prima edizione del #CapraiaSmartIsland, l’evento promosso dall’associazione Chimica verde Bionet in collaborazione con altri partner tra cui Legacoop agroalimentare, Legambiente ed Enea. La manifestazione ha acceso i riflettori sulle aziende del settore ittico che hanno scommesso sull’innovazione e sulla sostenibilità.
“Un risultato soddisfacente per la pesca pugliese e per la filiera di settore – si legge in una nota di Legacoop Puglia – che nel Capraia Smart Island ha visto valorizzate le competenze, ma anche la capacità di molte imprese di intercettare gli stimoli provenienti dal mondo della ricerca scientifica. Da questo risultato si ripartirà il prossimo anno per la seconda edizione”.
(nella foto Aldo Reho, primo a destra, con collaboratori ed un gruppo di ospiti)