Iniziati i lavori per abbattere il campanile di Santa Maria al Bagno. Problemi statici e di sicurezza

513

Santa Maria al Bagno (Nardò) – Sono cominciati i lavori di abbattimento del campanile della chiesa di Maria Santissima Assunta, a poche decine di metri dalle Quattro colonne. L’intervento per buttare giù la costruzione proseguirà – condizioni meteo permettendo – nei prossimi giorni.

Motivi di staticità del campanile e di sicurezza hanno indotto la Curia della diocesi di Nardò – Gallipoli alla decisione di demolire l’opera adiacente la chiesa. L’intervento è stato inserito nel più ampio completamento della struttura religiosa che prevede, tra l’altro, in variante al progetto originario del 2017, la realizzazione di una rampa per superare le barriere architettoniche.

Slittata la fine dei lavori

La fine dei lavori era stata fissata per il 30 luglio scorso, secondo la Scia (comunicazione di inizio attività) datata 2019. Molto probabilmente l’epidemia da Covid ha comportato anche in questo caso, piuttosto delicato per via dell’altezza della costruzione, la massima prudenza con frequenti sospensioni dei lavori da parte della ditta incaricata, la Climaco costruzioni srl di Nardò.

I progettisti sono gli ingegneri Gabriele Maria Tecci e Francesco Cosimo Orsini, quest’ultimo anche coordinatore della progettazione e della esecuzione dell’opera.