Incidente sulla Statale 101: Tuglie piange il giovane Anthony. Ferite lievi per gli altri quattro coinvolti

9940

Tuglie – Sono fuori pericolo i quattro feriti nell’incidente stradale che questa notte ha provocato la morte del 27enne di Tuglie Anthony Toma (nella foto).

Gli agenti della polizia stradale giunti sul posto per i rilievi del caso sono impegnati nel ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto intorno alle 22. L’incidente avvenuto sulla corsia sud della statale 101, la Lecce-Gallipoli, all’altezza dello svincolo per Nardò stadio e zona industriale, potrebbe essere stato causato da un tentativo di sorpasso: la Renault Megane condotta dal 27enne di Tuglie sarebbe stata urtata sul lato posteriore.

La dinamica dell’incidente

Per il giovane alla guida dell’auto non c’è stato scampo, malgrado indossasse regolarmente la cintura di sicurezza. Feriti, ma solo lievemente, sono risultati gli altri due giovani che viaggiavano con Toma, entrambi di Tuglie, di 18 e 27 anni. I tre tornavano in paese dopo una serata trascorsa in pizzeria, a San Donato.

Il conducente dell’Alfa Romeo Giulietta (finita distrutta), un uomo 41enne di Ruffano, è rimasto anche lui ferito in maniera non grave ad un ginocchio ed è risultato negativo ai test per verificare l’eventuale assunzione di alcol o droghe. Come di prassi in questi casi, il suo nome è stato comunque scritto nel registro degli indagati per omicidio stradale. Negativo è risultato anche il test condotto sulla conducente della Fiat 600 (una donna 45enne di Galatone) che, sopraggiungendo appena dopo lo scontro tra le prime due autovetture, non ha potuto evitare l’impatto. La donna ha riportato ferite guaribili in pochi giorni.

Il ricordo dell’Azione cattolica

La notizia della morte del 26enne ha gettato nello sconforto l’intera comunità tugliese e quanti ricordano Anthony come un giovane apprezzato da tutti, anche per il suo impegno nel sociale. Studiava a Lecce Ingegneria aerospaziole ed era prossimo a conquistare una laurea brillante. Era anche stato alla guida dell’Azione cattolica del paese che, tra i primi, esprime il suo cordoglio per la “prematura scomparsa del carissimo Anthony Toma e invita tutti alla preghiera, perchè il Signore ricompensi il suo impegno svolto nell’associazione a favore della comunità e doni il necessario conforto ai suoi cari”.